Seguici su

Cerca nel sito

Approvato in Giunta il Bilancio consuntivo 2010

Interviene l’assessore ai Servizi Finanziari Antonio Maniscalco

Più informazioni su

Il Faro on line – Dopo l’approvazione in Giunta del Bilancio consuntivo 2010 interviene il neo Assessore ai Servizi Finanziari Antonio Maniscalco: “Abbiamo approvato in Giunta il Bilancio consuntivo 2010 con un disavanzo di “soli” 2,9 milioni di euro – ha dichiarato – rispetto al rapporto tra residui attivi (crediti da incassare) che ammontano a 139.730 milioni e residui passivi (debiti da pagare) per 142.719 milioni, e non le cifre che vengono fatte girare per la città”.

“Un risultato positivo raggiunto anche grazie ad un intervento diretto presso il settore Urbanistica che, nel trasmettere i dati di propria competenza al settore Finanziario, non aveva tenuto conto delle entrate economiche residue degli oneri concessori, dovute per i permessi a costruire rilasciati negli anni 2008, 2009 e 2010. Grazie al contributo di alcuni dipendenti del settore Urbanistica e del settore Finanze siamo riusciti ad accertare che dal conto economico inviato mancavano circa 4 milioni di euro da incassare, un dato da considerare per difetto poichè la verifica urbanistico-contabile era stata effettuata per una minima parte (20%) delle schede contabili dei permessi a costruire per l’edilizia privata, e totalmente per quella pubblica, come nel caso di Parsitalia”.

“Una mia vecchia battaglia politica – ha continuato Maniscalco – quella della gestione contabile degli oneri concessori che oggi, grazie alla fiducia del Sindaco e alla collaborazione dell’Assessore all’Urbanistica, potrà essere portata avanti e riattualizzata. E’ mia intenzione infatti mettere in atto una ricognizione completa delle schede contabili sull’avvenuto pagamento degli oneri di urbanizzazione dovuti dai costruttori beneficiari dei permessi edilizi degli ultimi 10 anni. In questa Città, purtroppo, si parla troppo e soltanto dei debiti del Comune di Pomezia e troppo poco dei crediti che il nostro Comune vanta nei confronti di terzi”.

“Per questo, già nei primi giorni di insediamento, ho voluto immediatamente incontrare l’avv. Di Benedetto con il quale ho verificato l’esistenza di crediti per oltre 30 milioni di euro da evasione Ici e Tarsu per i quali si sta pianificando un piano operativo di rientro. Ho incontrato poi la ditta Andreani, che ha l’incarico di eseguire la riscossione e gli accertamenti sull’evasione delle tasse Ici, Tarsu ed altre, con la quale ho avuto alcuni chiarimenti in merito all’incarico affidato e con cui abbiamo stilato una serie di azioni da mettere in campo per avere risultati immediati. Iniziative intraprese sulla falsariga di quelle già in essere, promosse dal Sindaco in questi mesi di mandato ad interim al Bilancio”.

“Il mio obiettivo – ha concluso l’Assessore –  in accordo con il Sindaco, è quello di portare avanti anche tutte quelle iniziative proposte negli anni in Consiglio comunale sull’ottimizzazione delle spese e il potenziamento delle entrate, avendo chiaro come primo obiettivo il mio settore, quello dei Servizi Finanziari, e in particolare l’organizzazione del nuovo Ufficio Tributi, con un occhio di riguardo alla soddisfazione lavorativa dei dipendenti e di conseguenza dell’intero Ente. Ottimizzazione delle spese significa anche risparmio sul consumo di energia elettrica, in merito al quale è stato appurato che il Comune paga utenze non dovute”.

“Ecco perché è stata proposta e approvata in Giunta una delibera che dà mandato al dirigente per una ricerca di mercato al fine di individuare una società che possa fornirci energia elettrica ad un prezzo più vantaggioso. Chiudo confermando ciò che già il Sindaco aveva annunciato, vale a dire che, se troverò la giusta collaborazione dei dirigenti, conto di portare in Consiglio comunale il Bilancio di Previsione 2012 entro il mese di dicembre, per la prima volta in assoluto nella storia della nostra Amministrazione”.

Più informazioni su