Seguici su

Cerca nel sito

Caso di tubercolosi, la Asl: “Nessun allarme”

Las scorsa settimana uno studente del Calamatta risultò ammalato

Più informazioni su

Il Faro on line – «Non c’è alcun motivo di allarme per il caso di tubercolosi registrato all’ Istituto statale d’istruzione superiore ‘Luigi Calamatta’ di Civitavecchia». È quanto si legge in una nota diffusa nel pomeriggio dalla direzione della Asl Roma F e dal sindaco Gianni Moscherini, che conferma così ufficialmente l’esistenza del caso che risale alla scorsa settimana. Ad essere colpito è stato uno studente della terza classe attualmente ricoverato in un ospedale di Roma in condizioni non gravi. Nella nota della Asl si specifica che «la situazione è seguita dal competente servizio, che da tempo ha adottato tutte le necessarie iniziative terapeutiche e preventive, previste. Questa mattina in stretto collegamento col Sindaco, il Direttore Generale della Asl Salvatore Squarcione, ha incontrato una folta rappresentanza di studenti e docenti per illustrare quanto già fatto e quali siano i reali rischi. In particolare – prosegue – è stato possibile spiegare che la ‘positività Mantoux’ non è indice di malattia e che le misure di prevenzione non prevedono nè la chiusura della scuola, nè la disinfezione ambientale». A Civitavecchia l’ultimo caso di tubercolosi si era registrato l’estate scorsa. Ad ammalarsi era stata una giovane africana ospite del centro di d’accoglienza per immigrati dell’ex caserma «Enrico De Carolis».

Più informazioni su