Seguici su

Cerca nel sito

Ruspe ancora in azione: cade la cinquantesima abitazione abusiva

L'immobile era di proprieta' di uno dei noti clan di origine slava coinvolti nel traffico degli stupefacenti

Più informazioni su

Il Faro on line – È stata demolita con un imponente blitz all’alba la cinquantesima unità abitativa abusiva nell’ambito del programma di riqualificazione voluto dall’Amministrazione comunale e dal Sindaco Carlo Eufemi. A cadere sotto i colpi delle ruspe una villa di circa 140 metri quadrati, rifinita con materiale di pregio e realizzata abusivamente su un terreno di oltre 1000 metri quadri nella zona della Banditella. L’immobile era di proprietà di uno tra i più noti clan di origine slava della Capitale coinvolto nel traffico di stupefacenti; i Carabinieri arrestarono circa un anno fa ad Ardea l’ultimo dei componenti del clan stesso. La costruzione è stata abbattuta a seguito di un lungo iter che ha riguardato il sequestro dell’immobile, il dissequestro per consentire l’acquisizione del terreno a patrimonio comunale, fino ad arrivare alla demolizione di stamattina.
 
“Si tratta dell’ennesimo straordinario risultato ottenuto – dichiara il Sindaco Eufemi – nell’ambito del programma volto a restituire decoro alla città, ma è anche un’ulteriore segno di forza dell’Amministrazione e delle Istituzioni nella lotta alle illegalità. In questo caso si è colpita la criminalità organizzata grazie alla costante azione che i Carabinieri svolgono sul nostro territorio. Proporrò che l’area possa essere attrezzata a servizio dei bambini del quartiere. Rivolgo – conclude il primo cittadino –  un ringraziamento particolare alle Forze dell’Ordine (Carabinieri della Tenenza di Ardea e Polizia Municipale), al direttore dei lavori che ha coordinato la ditta esecutrice della demolizione e agli operatori degli uffici comunali intervenuti questa mattina”.

Più informazioni su