Seguici su

Cerca nel sito

Turismo: in Commissione il nuovo Piano di utilizzazione dell’arenile

Di Cocco: “La grande sfida per un’importante offerta turistica che possa potenziare l’incoming”

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ cominciata, in commissione Turismo presieduta dal Cons. Tripodi e alla presenza dell’Assessore al Turismo Gianluca Di Cocco, la discussione per il compimento del
nuovo piano di utilizzazione dell’arenile in virtu’ della delibera di Giunta Regionale, che, di fatto, demanda ai Comuni di redigere autonomamente un nuovo regolamento, abolendo la fase endoprocedurale relativa all’istruttoria effettuata dalla commissione regionale inter assessorile incaricata di istruire i Pua.

“E’ questo un argomento che mi vede interessato non solo quale rappresentante in Giunta del settore turismo ma anche per il mio legame al mondo turistico dal punto di vista professionale – afferma l’assessore Di Cocco – Ringrazio il Presidente Tripodi per aver portato in commissione e in maniera alquanto celere questo importantissimo argomento, ci tengo a fare inizialmente una premessa che è quella di considerare l’industria turistica come il settore che rappresenta il 10% del PIL e il 12% dell’occupazione totale Nazionale. Ho sottolineato industria turistica perché quando parliamo di turismo non possiamo
discutere solo di un singolo segmento della materia, ma dobbiamo parlare dell’industria turistica a tutto tondo in ogni sfaccettatura, industria che produce milioni di euro e crea milioni di posti di lavoro in tutto il mondo (dai trasporti, al ricettivo, dall’artigianato al manifatturiero, allo stabilimento balneare)”.

“Il grande fine e la grande sfida per un’importante offerta turistica che possa potenziare l’incoming nel nostro territorio e attirare quel turista del nuovo millennio, esigente e variegato, può essere solo quello di riuscire nell’intento di mettere a sistema tutte le eccellenze del territorio in concorso con strutture balneari di qualità e
all’avanguardia”.

“Ho inteso sollecitare la commissione turismo, per dare un’accelerata all’iter che ci dovrà portare entro sei mesi dalla pubblicazione sul burl della delibera di Giunta regionale, n. 543 del 18-11-2011, ad avviare le procedure per l’adozione della proposta di revisione del Piano di Utilizzazione dell’arenile e/o varianti al P.U.A. strumento questo che ha la finalità primaria di regolamentare la fruizione del bene demaniale, per fini turistici”.

“Il nuovo Piano di utilizzazione degli arenili, dovrà favorire l’integrazione tra l’offerta turistica e gli altri settori economici, in futuro le strutture balneari dovranno essere modificate, rese adeguate a ciò che oggi il turismo globalizzato ci chiede, avere l’opportunità di traslazione in caso di erosione, la possibilità di ampliare le strutture come altre località balneari Italiane, e che escluda la cadenza stagionale e permetta alle strutture di rimanere sempre aperte, sempre rispettando le relative normative”.

Più informazioni su