Seguici su

Cerca nel sito

Scoperta truffa milionaria, 4 in manette

L’operazione è stata condotta dai carabinieri e dai funzionari dell’Ufficio Dogane dell’aeroporto

Più informazioni su

Il Faro on line – Vendevano ed esportavano preziosi orologi tax free, ovvero senza pagare l’Iva con la complicità di impiegati compiacenti. Scoperta una truffa milionaria grazie ad un’approfondita indagine, che ha richiesto oltre un anno e mezzo di lavoro, condotta dai funzionari dell’Ufficio delle dogane di Roma 2 e dai carabinieri della Compagnia aeroporti di Roma con il contributo della Procura di Civitavecchia.

Al termine dell’inchiesta, è stata sgominata un’organizzazione criminale attraverso la quale veniva praticata l’esenzione illecita dell’Iva, per diverse centinaia di migliaia di euro per false esportazioni. A conclusione, sono state emesse 4 ordinanze di custodia cautelare dal Tribunale di Civitavecchia nei confronti di due impiegati della dogana in servizio presso il Leonardo da Vinci, di 38 e 50 anni, di un ex dipendente della dogana in pensione, 67 anni, e di un impiegato del Ministero del Tesoro di 55 anni che svolgeva il ruolo di “corriere” per i moduli.

L’indagine, avviata a seguito di alcuni accertamenti svolti dall’Ufficio doganale dello scalo di Fiumicino sulla regolarità delle autorizzazioni emesse, ha portato alla scoperta di una banda capeggiata  da un  asiatico, un malese, che, dopo aver  acquistato merce di notevole valore in Italia, soprattutto orologi delle marche più prestigiose, riusciva ad ottenere da impiegati della dogana compiacenti falsi documenti all’esportazione per evitare il pagamento dell’Iva, rivendendo poi la merce sul mercato nero italiano. Secondo quanto è stato ricostruito dagli inquirenti, l’orientale incontrava gli impiegati delle dogane arrestati, che di notte andavano negli uffici dell’aeroporto a mettere i timbri richiesti, come dimostrano anche alcuni filmati. In seguito i moduli venivano affidati a società intermediarie che provvedevano al rimborso. Nell’ambito dell’indagine i funzionari ed i militari hanno posto sotto sequestro centinaia di orologi di famosi marchi internazionali. I 4 indagati si trovano adesso a disposizione dell’Autorità giudiziaria.
Maria Grazia Stella

Più informazioni su