Seguici su

Cerca nel sito

“Pronti al patto per lo sviluppo turistico del Litorale Nord”

Maurelli (Assobalneari Litorale Nord): “L’obiettivo comune è puntare sugli investimenti dei privati e fare sistema”

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolta a Santa Severa, presso la meravigliosa cornice del Castello la “XIII assemblea generale del turismo – balneare del litorale nord”. L’importantissima assemblea ha visto la presenza dei sei comuni costieri del litorale nord, invitati per l’occasione, tra i quali il Comune di Cerveteri, il Comune di Santa Marinella, il Comune di Civitavecchia, il Comune di Montalto di Castro e il Comune di Tarquinia e il Comune di Ladispoli.

Tantissimi i concessionari demaniali di Assobalneari Litorale Nord che aderisce a Federbalneari Italia.  Un momento di condivisione di programmi e strategie che ha coinciso con la notizia dell’approvazione del Pua, “Piano regionale degli arenili” che è stato presentato alle aziende balneari e ai rappresentanti politici presenti.

Tre giorni dopo il Convegno del Polo Natatorio di Ostia, datato 15 Novembre,  con  la Delibera  numero 543 del 18 Novembre 2011, la Giunta Regionale, ha approvato  il provvedimento chiave per il futuro dei balneari del Lazio: “ l’Assessore Zappalà è stato di parola – afferma Marco Maurelli neo Direttore di FederBalneari Italia e presidente di Assobalneari Litorale Nord – aveva dichiarato che entro Natale il PUA sarebbe stato approvato e così è stato”.

L’Assessore al Demanio e Turismo di Santa Marinella, Giovanni Boelis: ”Ci siamo impegnati per limitare la tempistica a disposizione dei comuni per approvare i propri piani turistici degli arenili e la Regione ci ha ascoltato. Il nostro comune ha il PUA in regola e molto presto l’amministrazione mettere a punto il piano della costa comunale per consentire alle imprese di avviare il lavoro di ammodernamento delle infrastrutture turistiche attraverso un percorso condiviso certamente con Assobalneari Litorale Nord”.

In linea anche l’intervento dell’Assessore al Demanio di Civitavecchia Andrea Pierfederici che ha ribadito l’assoluta necessità di attivare sin da subito subito una importante collaborazione con la stessa Assobalneari Litorale Nord per dare corso rapidamente alla realizzazione di un turismo balneare locale all’altezza della situazione.

L’intervento del vice sindaco del Comune di Cerveteri Caterina Intragna è stato incentrato sulla opportunità di attivare presto una politica di rilancio del turismo sulla realtà di Cerveteri che deve fare sinergia con una importantissima risorsa come la costa e attraverso la sinergia con Assobalneari Litorale Nord per dirimere le più complesse situazioni oggi presenti sul demanio cerite e certamente cercare di dare seguito alla filiera turistica.

Sono intervenuti nell’ordine l’assessore al Demanio di Montalto di Castro Andrea Serafini ed il coordinatore Assobalneari di Montalto di Castro Gianni Petronio che hanno posto in risalto i risultati ottenuti dal dialogo  con la stessa associazione di categoria sul demanio marittimo e sulla cultura del fare sistema che sta continuando inesorabilmente a dare  i suoi frutti.   
L’approvazione del Piano consentirà agli Operatori Turistici Balneari l’avvio di pratiche tali da giustificare la massima durata del titolo concessorio di 20 anni.

Le procedure di evidenza pubblica saranno giustificate e corredate da piani di intervento e dai relativi business plan che comprendono un progetto più grande in termini di grandi investimenti, grande qualità, raccordo con tutti gli operatori della filiera turistico balneare. Dobbiamo tenere in forte considerazione il parere negativo del Commissario per il Mercato Interno UE Barnier, il quale, a  tutela della libera concorrenza, ha ribadito in occasione di un incontro a Roma con il Primo Ministro Mario Monti, che dalla Direttiva Bolkstein le concessioni non possono prescindere.

“Il primo passo è stato compiuto – afferma il presidente FederBalneari Renato Papagni presente per l’importante occasione –  ora però, è necessaria una rivoluzione culturale che passi attraverso le menti di tutti i titolari delle concessioni balneari e  che trovi applicazione reale nell’approvazione del Piano della Costa con valenza urbanistica, da parte  dell’Assessorato all’Urbanistica della Regione Lazio, nella persona dell’ On. Luciano Ciocchetti. A  quello dovranno essere adeguati anche i piani della costa dei vari comuni”.

Il Piano della Costa consentirà di mettere in campo  grandi  programmi e  grandi investimenti sulle aree demaniali attuando quel processo di modernizzazione e la trasformazione dell’offerta turistica che può avvenire solamente con la realizzazione di infrastrutture balneari.                                           
Conclude la riunione il neo Direttore di FederBalneari Italia e presidente di Assobalneari Litorale Nord Marco Maurelli: “procedere per gradi insieme alle imprese del comparto turismo inclusi i balneari per dare seguito sin da ora alla costruzione della filiera del turismo che sta prendendo corpo con i rappresentanti politici comuni costieri le linee d’intervento.”

Più informazioni su