Seguici su

Cerca nel sito

L’Ostia Volley cerca di fare lo sgambetto alla capolista

Al Pala Assobalneari i ragazzi di Marco Dassi sfidano il Tuscania ancora imbattuto

Più informazioni su

Il Faro on line – L’Ostia Volley è pronta ad affrontare la capolista. Domenica 11 sarà il Tuscania ad arrivare al Pala Assobalneari (inizio ore 18) per sfidare i ragazzi allenati da Marco Dassi. Un match sulla carta proibitivo, che arriva però nel miglior momento possibile per i giocatori lidensi. Al momento attuale il Tuscania è la prima forza del girone, con 24 punti e solamente cinque set persi. In casa Ostia Volley però le due vittorie ottenute nelle sfide contro Roma VII e Casal De’ Pazzi hanno ridato morale ai ragazzi allenati da coach Dassi, che si presentano alle ultime due sfide del 2011 con l’obiettivo di provare a conquistare il maggior numero di punti possibili. Un calendario che per i lidensi prevede due incotri casalinghi per chiudere l’anno solare. Dopo la partita contro il Tuscania ci sarà infatti il match contro la Lazio, attualmente al penultimo posto della classifica, due sfide dove poter trovare punti e morale che permetterebbero ai tirrenici di cambiare il corso della propria stagione.
“Questa volta abbiamo tutto da guadagnare e nulla da perdere – commenta il responsabile del settore maschile di casa Ostia Volley Riccardo Atzori- Dopo una partenza difficile si inizia a vedere qualcosa di diverso. Era una cosa questa anche prevedibile, proprio per il fatto che nel gruppo ci sono molti giocatori nuovi, che hanno impiegato del tempo per conoscersi ed imparare a giocare insieme. Con qualche aggiustamento tecnico, uno tra tutti la sostituzione del palleggiatore, con il giovane palleggiatore ex Monterotondo Biondi arrivato al posto di Lanteri, sono arrivate due vittorie ed il morale. Proprio questi risultati fanno si che noi arriviamo alla partita contro il Tuscania carichi e concentrati. Loro sono una squadra costruita per vincere – continua Atzori- ma noi proviamo a giocarcela. Positivo poi il fatto di poter chiudere il 2011 con due incontri casalinghi. Vincerli entrambi ci permetterebbe di guardare la classifica in maniera diversa.”

Più informazioni su