Seguici su

Cerca nel sito

Rubano cibo e liquori nei supermercati: bloccati Bonnie & Clyde

Mel mirino della coppia di Ladispoli alcuni esercizi commerciali di Tarquinia

Più informazioni su

Il Faro on line – Un bottino di formaggi, salumi, conserve, champagne, liquori e profumi è stato trovato in possesso di due romeni, provento di furti in vari supermercati di Tarquinia. È accaduto nei giorni scorsi quando i carabinieri del luogotenente Girelli hanno fermato una coppia di romeni, sulla via Aurelia in direzione Tarquinia. Dal controllo dei documenti sono emersi a loro carico numerosi precedenti penali per furti in danno di supermercati. I militari hanno così iniziato a pedinare i due stranieri, con l’ausilio di carabinieri in borghese li hanno visti entrare in tempi diversi in vari supermercati della cittadina. Quando hanno poi visto gli stranieri allontanarsi a bordo della loro autovettura dalla zona commerciale, li hanno bloccati e sottoposti ad accurata perquisizione veicolare. Dal portabagagli dell’auto, sono così saltati fuori due borsoni stracarichi di mercanzia di ogni genere, per i quali i due non hanno saputo fornire le prove d’acquisto. I carabinieri, con la mercanzia, hanno così ripercorso a ritroso i supermercati all’interno dei quali gli stranieri erano stati visti entrare e con lo stupore e i successivi ringraziamenti da parte dei rispettivi responsabili, hanno provveduto alla restituzione del maltolto, procedendo nel contempo all’arresto dei malfattori per concorso in furto aggravato e continuato.

In caserma, i militari hanno trovato, sotto i vestiti dei fermati indumenti da femminili indossati e adattati allo scopo di occultare i prodotti rubati dai supermercati. Si tratta di una consueta tecnica usata dai taccheggiatori: i ladri indossano body femminili, ai quali vengono praticati dei fori all’altezza dell’ombellico, al fine di inserirvi i prodotti anche voluminiosi, asportati dagli scaffali. Il taccheggiatore, dopo aver acquistato un prodotto di poco conto, elude i controlli alle casse uscendo dal supermercato senza aver nulla in mano. L’uomo di anni 26 e la donna di anni 30, entrambi residenti a Ladispoli, sono stati così trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma e, condotti oggi davanti al tribunale di Civitavecchia, che li ha condannati a 9 mesi e a 600 euro di multa ciascuno con la sospensione condizionale della pena.

Più informazioni su