Seguici su

Cerca nel sito

Sconti per prestazioni mediche, presentata la convenzione

Accordo tra Proteus medica di Latina e l’Ancescao per offrire servizi specialistici a costo contenuto

Più informazioni su

Il Faro on line – Prestazioni mediche specializzate, presto anche gli anziani del territorio potranno usufruire delle agevolazioni previste dalla convenzione tra Proteus Medica spa di Latina e l’Ancescao. Se ne è parlato questa mattina presso la sede del Centro anziani di Borgo Montenero durante un affollato incontro a cui hanno partecipato il dottor Augusto Orsini, presidente della Proteus, il consigliere Giuseppe Schiboni, gli assessori Monia Di Cosimo e Michele D’Auria e il responsabile dei servizi sociali Anna Maria Laforgia. L’iniziativa, voluta dai tre centri anziani di Montenero, La Cona e Centro storico, presieduti rispettivamente da Luigi Ferraioli, G.Battista Capponi e Zelinda Capponi, ha avuto come scopo quello di illustrare i vantaggi della convenzione che dà l’opportunità agli ultrasessantenni di effettuare esami medici specialistici a costi contenuti.

“Spesso –ha spiegato il dott. Orsini – i tempi di attesa per prestazioni di particolare impatto per la salute  sono troppo lunghi. Quello che noi offriamo, grazie all’accordo stipulato con l’Ancescao (Associazione nazionale  centri Sociali, comitati anziani e orti), è di poter effettuare esami di alto livello specialistico a un costo

che somiglia a quello del ticket ”. Luigi Ferraioli ha ribadito che l’iniziativa è rivolta a tutti gli iscritti dei centri anziani aderenti all’Ancescao. Sostengo al progetto è stata espressa da Schiboni: “La convenzione – ha spiegato – può rappresentare sicuramente una risposta importante agli anziani che si vedono fissare importanti esami sanitari a due anni dalla richiesta. Il Comune farà la sua parte, con l’obiettivo svolgere questi servizi presso il Poliambulatorio di via Sabaudia, tuttora gestito dalla Asl. E’ una struttura – ha concluso Schiboni – che abbiamo intenzione di rendere più efficiente, nell’ambito del potenziamento già iniziato con l’attivazione dell’Ucp, l’unità di cure primarie che vede insieme i medici di base”. Concetto ribadito dalla dottoressa Anna Maria Laforgia, che ha garantito la massima disponibilità dell’ente alla riuscita dell’iniziativa.

Più informazioni su