Seguici su

Cerca nel sito

“Operazione chewing-gum”

Il Faro on line - Una squadra di operatori Ama e di volontari dell’associazione “Noi x Roma”, dotati di idropulitrice, ha dato l’avvio stamattina in largo di Torre Argentina al primo intervento di pulizia straordinaria per la rimozione dei chewing-gum dai marciapiedi, dalle panchine e dalle strade delle aree storico-monumentali.

L’iniziativa nasce nell’ambito di una convenzione stipulata, per l’occasione, tra Ama e l’associazione "NoiXRoma" e firmata anche dalla Sovrintendenza comunale, per un progetto congiunto di comunicazione ed educazione ambientale che prevede, nei prossimi 12 mesi, altri interventi di pulizia in aree monumentali sempre ad opera dell'Ama e dei volontari di "NoiXRoma".

I promotori e firmatari dell’accordo - Sovraintendente ai Beni Culturali di Roma Capitale, Umberto Broccoli, Presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti, e Presidente dell'Associazione “Noi x Roma”, Isabella Rauti - hanno voluto sottolineare le conseguenze di un malcostume diffusissimo: il costo di rimozione di ogni singola “gomma da masticare” è stimato in 1 euro, il che equivale teoricamente ad una spesa totale di 5,5 milioni.

E’ questo uno dei dati riferiti dal presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti: “A Roma - ha spiegato - si consumano 300.000 gomme americane al giorno pari a 160.000 tonnellate l' anno, il 5% delle quali, pari a 15.000 gomme, finisce in terra. Si stima che sulle vie e nelle piazze di Roma ci siano 5,4 milioni di chewing-gum. Si pensi che una gomma da masticare impiega 5 anni a biodegradarsi. Per questo abbiamo voluto compiere questa operazione con la quale abbiamo ripulito mezzo chilometro lineare di strade. Si tratta di un discorso culturale, cerchiamo di far passare il messaggio che non si può rovinare e sporcare Roma".

Più informazioni su

Più informazioni su