Seguici su

Cerca nel sito

“Siamo in attesa che la giustizia faccia il suo corso”

Il consigliere Marino (Pdl) interviene sul caso dei loculi

Più informazioni su

Il Faro on line – Sulla vicenda dei loculi interviene il consigliere del Pdl Pasquale Marino. “L’ipotesi di danno erariale ipotizzata dalla Corte dei Conti – sostiene Marino – non mi risulta nuova. E’ chiaro che la giustizia dovrà fare il suo percorso, ma visto il clamore creato dalla vicenda e soprattutto le figure importanti che ne sono coinvolte, ritengo che si debba evitare la semplice ed arruffona polemica politica, magari finalizzata a mischiare la carte in tavola. Una cosa è certa: questa amministrazione non ha responsabilità sulla vicenda, fatto dimostrato dai nomi interessati dall’invito a dedurre. La giustizia ha bisogno di spazio e la verità credo che vada accertata a prescindere dalle responsabilità, anche perché in tempi non sospetti proposi una mozione in consiglio comunale, ancora non discussa, in cui rilevavo la necessità di “fare chiarezza sui fatti, gli atti e i soggetti che hanno cagionato tale gravissimo danno economico che priva l’attuale Amministrazione delle risorse da destinare ai cittadini in difficoltà”. Inoltre, nella stessa mozione, precisavo come l’accertamento dovesse concentrarsi “sul procedimento, dagli atti iniziali sino alla conclusione, alle irregolarità od omissioni sia con responsabilità politica che gestionale che hanno portato al gravissimo danno d’immagine alla città a seguito del sedicente project financing per la costruzione di 3.200 loculi”.

“A rafforzamento della stessa mozione – prosegue Marino – vorrei anche ricordare come il Consiglio di Stato, in una sentenza di questo anno, ha stabilito che ‘oltre al giudizio di responsabilità’ eventualmente accertato dalla Corte dei Conti nei casi di ‘dolo o colpa grave degli amministratori’, si debba aggiungere quello disciplinare che, secondo il Consiglio di Stato, si ‘profilerebbe anche in caso di grave negligenza o irregolarità nella trattazione degli affari’. L’auspicio – conclude Marino – è che i cittadini possano farsi un’idea della questione, attraverso una discussione pubblica in Consiglio Comunale della mozione che ho presentato, idea che spero si facciano anche tutti coloro che sventolano la legalità e i ‘valori’ nella loro bandiera politica. Al di là della vicenda comunque – conclude Marino – appare grave che si possa essere speculato sui cittadini defunti e sulle loro famiglie”.  

Più informazioni su