Seguici su

Cerca nel sito

“Anzio è in ginocchio, bisogna intervenire”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Sinistra Ecologia e Libertà

Più informazioni su

Il Faro on line – “Sinistra Ecologia e Libertà di Anzio esprime sconcerto e viva preoccupazione per le situazioni di crisi che stanno investendo la nostra città. L’istituzione comunale nel suo complesso, sia sul versante politico sia su quello amministrativo, è interessata da gravi criticità, che ne impediscono il corretto funzionamento democratico e pregiudicano lo sviluppo economico cittadino, già pesantemente compromesso dalla recessione nazionale e mondiale”.

“Anzio è in ginocchio da un lato per la crisi politica della Giunta Bruschini, sempre più traballante sotto l’incalzare delle faide interne al centrodestra per la gestione urbanistica ed edilizia del territorio, dall’altro per le vicende emerse dalla richiesta parlamentare di istituzione di una commissione d’accesso in seno al comune per verificare possibili infiltrazioni mafiose. Si tratta di vicende distinte, ma sintomatiche di un forte degrado della vita pubblica cittadina che interessa vari ambiti”.

“Sul piano politico ribadiamo la nostra richiesta di dimissioni del sindaco Bruschini, la cui fallimentare esperienza amministrativa è giunta al capolinea per stessa ammissione di chi fino a ieri lo ha sostenuto, pensiamo al senatore De Angelis o al defenestrato vicesindaco Garzia. In questi ultimi anni il degrado di Anzio si è accresciuto enormemente e alla totale assenza di programmazione politica si è affiancata una poderosa colata di cemento sul territorio, che ha ingigantito i preesistenti quartieri dormitorio del tutto sprovvisti di servizi.

Sulle possibili infiltrazioni mafiose all’interno del comune, invece, non possiamo che ricordare che non spetta alla politica stabilirle. Lasciamo questo compito a chi ne è istituzionalmente preposto, magistrati e forze dell’ordine a cui esprimiamo la nostra fiducia e solidarietà. E’ però sicuramente nostro compito vigilare sul corretto funzionamento delle istituzioni e denunciare quei fenomeni di malaffare che rappresentano il brodo di coltura delle mafie. Per questo riteniamo sensata, giusta e opportuna la richiesta di istituzione della Commissione d’accesso”.

“Sinistra Ecologia e Libertà ritiene che il buon nome di Anzio, della maggioranza onesta dei suoi cittadini e dipendenti comunali, si tuteli assumendo atti coraggiosi e responsabili di denuncia e contrasto del marcio esistente, e non ricorrendo ad atteggiamenti ambigui e omertosi, al limite della correità verso l’illecito”.

(Sinistra Ecologia e Libertà)

Più informazioni su