Seguici su

Cerca nel sito

Riflettori accesi sul “TenDance a Fondi”

L’iniziativa si snoderà tra il Castello Caetani e l’Auditorium comunale

Più informazioni su

Il Faro on line – Imperdibile appuntamento per gli appassionati di danza: il “Natale Fondano 2011” promosso dall’Amministrazione comunale di Fondi ospita per ben tre giorni – dal 16 al 18 Dicembre prossimi – gli spettacoli “TenDance – Operefestival danza 2011” organizzati dall’Associazione culturale Opere.
L’iniziativa, che si snoderà tra il Castello Caetani e l’Auditorium comunale, è organizzata con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, il contributo del Comune di Fondi – Assessorato alla Cultura e Politiche della Scuola e il supporto del coordinamento CREIA Regione Lazio e si avvale della Direzione Artistica di Ricky Bonavita e Theodor Rawyler e della Direzione Organizzativa di Danila Blasi e Ilaria Di Stefano.
Partner del suggestivo progetto sono l’Accademia Nazionale di Danza diretta da Margherita Parrilla, il CORE – Coordinamento regionale della danza contemporanea e delle arti performative del Lazio, 369gradi – Centro diffusione cultura contemporanea, Tooquoque e Nekia S.A. La Joux FR (Svizzera).
La sezione danza di Operefestival, festival che per cinque edizioni si è tenuto al Castello Odescalchi di Bracciano (RM), si sposta e trova la sua nuova casa a Fondi. L’intuizione e il desiderio di creare un festival dedicato unicamente alla danza in tutte le sue accezioni è di Ricky Bonavita e Theodor Rawyler e la scelta del nome – TenDance – gioca proprio sull’idea di tracciare un panorama ricco e variegato delle diverse tendenze del mondo coreutico contemporaneo, fatto di tradizione e di nuovi linguaggi espressivi, di molteplici tecniche e di ricerca sul movimento.
TenDance aspira ad offrire uno sguardo più ampio possibile sulla coreografia contemporanea italiana, pur nella consapevolezza che la scelta non può essere esaustiva.
Il ventaglio di proposte che delinea un rapporto fra tradizione ed innovazione, si compone di lavori in cui si possono scorgere le radici del linguaggio accademico, le influenze delle tecniche canoniche della danza moderna e contemporanea e lavori basati su elaborazioni della Release Tecnique, della Contact Improvisation, di forme di Teatrodanza, commistioni fra Tango e danza contemporanea, nonché di creazioni di ricerca rivolte a una definizione più innovativa del corpo e del movimento performativo. TenDance raccoglie compagnie provenienti da diverse parti d’Italia e programma, accanto a compagnie più affermate – Balletto di Sardegna, Artemis Danza – coreografi emergenti come Marica Zannettino, prodotta dalla Compagnia Excursus e da CORE – Coordinamento Regionale della danza contemporanea e delle arti performative del Lazio, giovani danzatori dell’Accademia Nazionale di Danza diretta da Margherita Parrilla e performer che lavorano sulla ricerca di nuovi linguaggi performativi, come Fabio Ciccalè o Ketty Russo.
Ricordiamo che gli spettacoli si svolgeranno in due location differenti: Auditorium comunale e Castello Caetani. Nell’Auditorium il pubblico assisterà agli spettacoli dalla platea e nel Castello vi sarà un allestimento site specific che permetterà agli artisti di misurarsi con lo spazio che li circonda e di instaurare un dialogo più intimo e diretto con il pubblico.
Il programma di “TenDance – Operefestival danza 2011” prevede per Venerdì 16 alle 20.30 presso il Castello Caetani l’esibizione della Compagnia Fabio Ciccalè in “Count Down”, coreografia per un danzatore. A seguire, ArtGarage in “3” tratto da “il Caos del Cinque”. Alle 21.30 nell’Auditorium comunale sarà la volta della Compagnia Excursus in “Dies Festi”.
Sabato 17 alle alle 20.30, sempre al Castello Caetani, lo spettacolo “ZeroUno di Marika Zannettino, cui seguirà la Compagnia Vera Stasi in “Figure Sonore”. Alle 21.30 l’Auditorium ospiterà il Balletto di Sardegna in “Uomini”.
Domenica 18 sarà l’Accademia Nazionale di Danza ad aprire la serata con “Real Tango” e “Tanguera”, entrambi rappresentati alle 20.30 nel Castello Caetani, e in successione Ketty Russo in “Primo Studio con Carmen”. La chiusura del ricco ed articolato programma è affidata alla Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei, che alle 21.30 nell’Auditorium si esibirà in “I Bislacchi – Omaggio a Fellini”.
Il biglietto unico giornaliero è di 5 Euro. Non sono previsti biglietti per i singoli eventi. L’ingresso è gratuito fino ai 12 anni e sopra i 65 anni.

Più informazioni su