Seguici su

Cerca nel sito

Sarà demolito l’ex casello ferroviario

Per migliorare la viabilità nell’area di Santa Croce

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ pronto il progetto definitivo-esecutivo per migliorare lo snodo viario di intersezione tra viale Sparanise – la via Ausonia e la SR 630, all’altezza dell’ex casello ferroviario. Un intervento necessario per il riordino dei flussi veicolari connessi al limitrofo Centro Commerciale che procura allo stato attuale situazioni di estremo pericolo. In questi giorni – dichiarano il sindaco Forte e l’assessore alle Opere Pubbliche Erasmo Ciccolella (nella foto) – sono stati richiesti i necessari pareri per avviare i lavori che prevedono in prima battuta la demolizione dell’ex casello ferroviario in maniera da realizzare un incrocio a raso nel rispetto della normativa vigente. Il progetto preliminare prevede appunto la demolizione del vecchio manufatto ferroviario e la realizzazione dell’incrocio consentendo una immissione della viabilità di viale Sparanise sulla corrente principale di via Ausonia. L’indagine espletata a tutta l’area circostante  ha consentito di prevedere la confluenza dei vari flussi veicolari di traffico legati al parcheggio del Centro Commerciale, alla via Appia e all’incrocio con la S.S. 213 dello svincolo di Penitro. Alla fine di una corretta disciplina del traffico sarebbe anche necessario l’inserimento di una rotatoria. L’opera così come progettata consente di razionalizzare l’intero sistema viario dell’area, garantendo livelli di sicurezza, scorrimento fluido e collegamenti semplificati. Il progetto definitivo-esecutivo  prevede una sensibile riduzione dei livelli di inquinamento derivati dal traffico ed una drastica riduzione dei rumori prodotti. L’area interessata all’intervento è disciplinata dal punto di vista paesistico dal PTP ambito territoriale. E’ previsto lo smaltimento delle acque meteoriche che saranno immesse alla rete acque chiare esistente ed un efficiente impianto di illuminazione stradale per il tratto progettato. I lavori – sottolineano il sindaco e l’assessore – saranno organizzati in modo da consentire sempre la circolazione su viabilità provvisoria alternativa. L’infrastruttura progettata consente di superare una serie di criticità sistemando in via definitiva uno snodo pericoloso e caotico per l’intero sistema di viabilità in una zona di intenso traffico. E’ l’ennesima dimostrazione dell’attenzione e dell’interesse dell’amministrazione ad affrontare e risolvere tutte le problematiche del territorio per consentire alla città uno sviluppo sostenibile in un quadro di progettazione ed interventi migliorativi al tessuto urbano. Adesso si attendono i pareri degli enti sovracomunali prima di partire con i lavori”.

Più informazioni su