Seguici su

Cerca nel sito

Evasione fiscale, irregolare un negozio su tre

Oltre 3mila i controlli delle Fiamme gialle. Particolare attenzione per i fuochi d’artificio

Più informazioni su

Il Faro on line – Le Fiamme gialle di Ostia in prima linea nel contrasto all’evasione fiscale, reato sul quale si concentra molta della loro attività. Su oltre 3 mila controlli condotti sulla corretta emissione di scontrini e ricevute fiscali, circa mille esercizi commerciali del municipio XIII sono risultati irregolari. Per 50 esercenti  è inoltre scattato il provvedimento di chiusura temporanea, l’ultimo una settimana fa ha interessato un fioraio, che è stato denunciato. I dati sono stati resi noti durante la conferenza stampa per la presentazione del bilancio delle attività dell’anno in corso che si è svolta presso la nuova caserma della Guardia di finanza di via delle Fiamme gialle, a Levante. Il comandante del II Gruppo Roma, colonnello Alessandro Barbera, ha spiegato che dopo tre mancate emissioni di scontrini o ricevute nell’arco di cinque anni viene applicata la sospensione della licenza per un periodo minimo di tre giorni. Le maggiori irregolarità sono state riscontrate in bar, pizzerie e ristoranti. Nel dettaglio,  io finanzieri hanno effettuato 140 verifiche fiscali, accertando elementi positivi di reddito sottratti a tassazione per un totale di oltre 105 milioni di euro e 23 milioni di Iva, più 3 milioni di reddito evasi e 500 mila di Iva scoperti durante altri mille controlli. E’ stata inoltre verificata la presenza di oltre 50 evasori totali per 100 milioni di base imponibile sottratta alla tassazione del fisco e 20 milioni di Iva dovuta alle casse dello Stato. Sono stati denunciati all’attività giudiziaria 30 persone responsabili di reati fiscali per omessa dichiarazione dei redditi e omesso versamento di debiti Iva e recuperati 800 mila euro di imposta sui redditi e 20 mila di registro nel corso di 50 controlli per locazioni in nero, 40 delle quali irregolari. Su 50 controlli sul sommerso di lavoro, 30 sono risultati irregolari ed è stata contestata la posizione di 100 lavoratori. Sono anche state  denunciate 5 persone per contrabbando di tabacchi e sequestrate 30 chili di sigarette. Accertate 160 violazioni amministrative per uso personale di  stupefacenti e 40 soggetti denunciati, 15 dei quali arrestati. Sequestrati 9 mila grammi di marijuana e hashish, 500 grammi di cocaina e oltre 12 coltivazioni di canapa indiana. Per il resoconto evasione, lavoro in nero, locazioni irregolari, sequestro di armi e stupefacenti, contraffazione e 20 operazioni di contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione, 7 si sono conclusi con la denuncia e 2 con l’ arresto. Sul  fronte della contraffazione di marchi e pirateria audiovisiva sono state condotte 400 operazioni che hanno portato al sequestro di 800 mila articoli. Sono state denunciate 180 persone ed elevate  220 sanzioni amministrative per commercio abusivo su area pubblica o demaniale. Su 40 controlli effettuati presso sale da gioco e intrattenimento e 200 apparecchi verificati, sono stati denunciati 15 soggetti titolari per violazioni. Nel complesso, sono stati oltre 300 gli interventi in materia di codice penale con la denuncia di 150 persone, 10 delle quali denunciate. Ritrovati anche e posti sotto sequestro due automezzi, 50 armi pesanti e leggere con munizioni e 120 mila euro in valuta e titoli. In questo particolare periodo dell’anno, particolare attenzione viene posta nel controllo dei fuochi d’artificio, giocattoli e luminarie:  i militari monitorano costantemente per verificare che i prodotti siano a norma, non dannosi per la salute e correttamente confezionati. L’ultimo sequestro dei Baschi verdi di Ostia ha portato al ritrovamento di 1 milione 700 mila giocattoli e luminarie e una tonnellata di botti cinesi.
Maria Grazia Stella

Più informazioni su