Seguici su

Cerca nel sito

Un campione olimpico alla scuola media Melone

La medaglia di bronzo Atene 2004 Bruno Mascarenhas incontra i ragazzi

Più informazioni su

Il Faro on line – Doping e valori dello sport: questi i temi predominanti dell’incontro che si è svolto ieri in aula consiliare a Ladispoli e che ha visto protagonisti  il campione mondiale di canottaggio e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene 2004 Bruno Mascarenhas e i ragazzi della scuola media Corrado Melone.
Alla manifestazione, organizzata dal Gruppo Millepiedi in collaborazione con la Direzione Didattica della Scuola Corrado Melone e il Comune di Ladispoli – Assessorato allo Sport, erano presenti il sindaco Crescenzo Paliotta,  il presidente del Gruppo Millepiedi Franco Iannilli, il preside della Corrado Melone Riccardo Agresti e il vice preside Valentino Romano.
Un incontro molto suggestivo iniziato con la proiezione delle immagini della meravigliosa impresa alle Olimpiadi di Atene di Bruno Mascarenhas, con lo straordinario commento televisivo del noto giornalista Gianpiero Galeazzi. Il presidente Iannilli, dopo aver ricordato l’impressionate curriculum del giovane portoghese naturalizzato romano, ha dato la parola ai ragazzi che hanno posto domande anche molto impegnative come, ad esempio, il giudizio di Mascarenhas riguardo l’imperante uso del doping anche nel canottaggio. Il trentenne atleta della Canottieri Roma ha rimarcato il fatto che nonostante i controlli nel canottaggio siano molto rigorosi e che chi “bara” viene scoperto quasi sempre, purtroppo qualcuno continua a fare uso di sostanze illecite mortificando lo spirito olimpico della maggioranza degli sportivi che praticano l’attività in modo pulito. Lo stesso Mascarenhas, in un libro regalato alle scolaresche, ha scritto che nonostante ci siano dei disonesti, lui come altri atleti di grosso spessore agonistico, riescono a batterli grazie ad una dedizione al sacrificio e alla fatica negli allenamenti quotidiani. 
Nel suo intervento il sindaco Paliotta ha confermato la volontà a ricostituire un circolo di canottaggio a Ladispoli nel futuro porticciolo di Torre Flavia e l’assessore allo sport Pietro Ascani che ha ricordato che proprio all’inizio del suo incarico, nel 1998, ospitò in una analoga cerimonia altre due leggende del canottaggio italiano, i fratelli Abbagnale. Il preside Riccardo Agresti, molto emozionato, insieme al vice preside e appassionato di canoa Valentino Romano, ha ringraziato a nome di tutta la scuola il gruppo Millepiedi per aver dato l’opportunità di poter incontrare una delle figure più nobili dello sport italiano del terzo millennio che, tra l’altro, incarna i valori transnazionali delle multietnica scuola Corrado Melone.

Più informazioni su