Seguici su

Cerca nel sito

Regione Lazio, approvata la manovra finanziaria

“Per la prima volta la finanziaria viene votata senza maxi emendamento. E’ un provvedimento di forte rigore perché assorbe 1,7 miliardi di tagli derivanti dalle manovre nazionali. Ciò nonostante abbiamo cercato di mantenere tutti gli impegni, in particolare quelli sulle politiche sociali e sul lavoro, confermando gli investimenti che avevamo. In un momento come questo era l'unica manovra possibile”. Così la presidente della Regione, Renata Polverini, dopo l’approvazione da parte del Consiglio regionale del Lazio della manovra finanziaria regionale 2012. La manovra, illustrata in aula dall’assessore al Bilancio, Stefano Cetica, vale nel suo complesso 1,7 miliardi di euro, tra tagli alla spesa (1,4 miliardi) e maggiori entrate per 300 milioni di euro.Il Consiglio regionale ha inoltre approvato il Bilancio di previsione 2012. Il testo approvato prevede provvedimenti sulla dismissione del patrimonio immobiliare per estinguere il debito e finanziare gli investimenti, nuove scuole per i Comuni del Lazio realizzate oppure ristrutturate in project financing grazie ad un accordo con Cassa Depositi e Prestiti, il patto regionalizzato confermato per il 2012 e, inoltre, una norma relativa al "social housing" che permetterà la costituzione di un fondo immobiliare con la partecipazione del fondo Fai della Cassa depositi e prestiti, per creare e stimolare un'offerta abitativa. Confermato anche l'anticipo dell'inizio dei saldi al 5 gennaio. Tra le principali misure di entrata previste nella manovra finanziaria regionale, la lotta all'evasione fiscale sui ticket sanitari, l’aumento del bollo auto del 10%, l’istituzione di un'imposta 'sulla benzina per autotrazione’ su distributori carburante e compagnie petrolifere e il riversamento diretto dell'evasione Irap e addizionale Irpef dall'Agenzie delle Entrate.

Più informazioni su

Più informazioni su