Seguici su

Cerca nel sito

Armi, 15 denunce e 5 fucili sequestrati

Controlli  a tappeto sul litorale delle forze dell’ordine

Più informazioni su

Il Faro on line – I Carabinieri, negli ultimi due giorni, hanno effettuato numerose verifiche sulla corretta custodia delle armi legalmente possedute e mirate ricerche finalizzate ad individuare persone che le detengono pur non essendo titolari delle autorizzazione prescritte dalla legge lungo il litorale tra Nettuno e Pomezia, i Castelli Romani e le zone tiburtina e prenestina fino ai confini con le province di Frosinone e l’Aquila. Oltre 500 le persone controllate ed effettuate circa 150 perquisizioni veicolari e domiciliari che hanno consentito ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare 5 fucili da caccia cal. 12, due pistole semiautomatiche cal. 9 e cal. 7,65 e un ingente quantitativo di munizioni di vario calibro, tutto materiale illecitamente detenuto.

Complessivamente sono state 15 le persone segnalate all’Autorità Giudiziaria per detenzione abusiva di armi e munizioni o per omesse comunicazioni all’Autorità di P.S. L’operazione ha assunto un particolare rilievo in un’ottica di prevenzione di più gravi delitti contro la persona ed il patrimonio, soprattutto rapine.

Significativo il risultato ottenuto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Frascati che hanno rintracciato un cittadino italiano residente in provincia di Reggio Calabria ed un nomade di etnia rom, autori di una rapina ai danni di un distributore di carburante sulla Prenestina commessa nel dicembre 2009. I due, responsabili anche di detenzione abusiva di armi, sono stati identificati grazie alla comparazione delle impronte digitali ed al meticoloso esame delle registrazioni dei sistemi di videosorveglianza. Il materiale sequestrato nel corso dell’operazione verrà sottoposto a esami scientifici per verificare se in passato sia stato utilizzato nel corso di rapine o altri gravi delitti.

Ai fini dell’eventuale adozione di provvedimenti amministrativi inibitori in materia, sono tuttora in corso mirate verifiche volte ad accertare se taluni titolari di licenze in materia di armi siano tuttora in possesso dei requisiti soggettivi richiesti dalla legge.

Più informazioni su