Seguici su

Cerca nel sito

Ex Svar: interviene il sindaco Di Giorgi

Ecco i dettagli del nuovo iter

Più informazioni su

Il Faro on line – “Intervengo sulla vicenda Ex Svar dopo diversi incontri avuti con tutte le parti interessate e il grande lavoro svolto dagli Uffici comunali per evidenziare che il percorso individuato dagli stessi Uffici e dalla Commissione Urbanistica dimostra pienamente la volontà dell’amministrazione di definire entro breve tempo la questione e consentire alla città di riqualificare un’area degradata e, al contempo, favorire la realizzazione di abitazioni di edilizia residenziale pubblica e agevolata”.         

È  quanto afferma il Sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, che esprime soddisfazione rispetto all’iter in corso sulla Ex Svar: “Fin dai primi giorni di lavoro di questa amministrazione abbiamo voluto affrontare immediatamente anche i problemi più spinosi e annosi in cui è immersa la città da anni. Sia chiaro: questa amministrazione, la mia maggioranza vuole fare scelte ben precise per il bene della città assumendosi tutta la responsabilità di tali scelte: del resto i cittadini ci hanno votato per questo e noi vogliamo dare risposte. E’ il caso della vicenda della Ex Svar, in merito alla quale devo ringraziare l’assessore Di Rubbo, ma anche il presidente della Commissione urbanistica, Raimondo Tiero, a tutti i componenti della Commissione che hanno dato il proprio contributo per individuare questo percorso, e gli Uffici comunali. L’amministrazione, infatti, intende accelerare i tempi per non perdere i finanziamenti regionali e rispettare le scadenze e per questo abbiamo ripreso in mano il coordinamento del progetto individuando una proposta in grado di soddisfare tutte le parti coinvolte.

“Sottolineo – conclude – la grande importanza del progetto per la nostra città, con la riqualificazione di un’area industriale degradata che consentirebbe di far compiere un salto di qualità all’intera zona. Inoltre, la necessità di realizzare abitazioni a prezzi agevolati ci spinge ulteriormente al massimo impegno per definire la vicenda”.

Più informazioni su