Seguici su

Cerca nel sito

Elezioni, Mauro Porcelli il più gettonato

Il candidato a Sindaco: “Bisogna guardare avanti per cambiare le cose”

Più informazioni su

Il Faro on line – È sempre più forte il segnale che si percepisce sul futuro candidato
a Sindaco di Ardea. Le voci sulla candidatura di Mauro Porcelli rimbalzano per i corridoi romani di un certo livello, arrivate dalla popolazione del territorio ardeatino, stanca delle promesse e dell’incapacità amministrativa che l’hanno portata  all’esasperazione.

Con la futura amministrazione il popolo si aspetta finalmente una guida che possa condurre il  paese con professionalità e moralità. Tanti sono i tentativi di delegittimare chi le capacità le ha dimostrate più volte sul campo, ma si tratta “spesso” di voci fallimentari che nel territorio hanno lasciato soltanto disperazione e miseria. Anni di dispetti conditi di incapacità  che sono costati ai cittadini di Ardea milioni di euro di danni. Ardea è stanca dei soliti personaggi che per anni hanno prodotto caos giuridico, bloccando sviluppo e e possibilità di lavoro per i tanti giovani che si ritrovano senza scuole superiori, senza centri sportivi comunali e una situazione socio economica disastrosa. Ormai il nome di Mauro Porcelli è sempre più sussurrato, fuori dalle polemiche e facili strumentalismi, perché rappresenta a differenza di tanti che si propongono a sindaco,  il vero futuro sostenibile in termini di capacità gestionali della cosa pubblica e del rispetto del prossimo.
Anche la recente disponibilità offerta da Mauro Porcelli al neo assessore a costituire un osservatorio sui lavori pubblici, la dice lunga sulla chiara volontà di mettere a disposizione della città la grande esperienza maturata nei settori della Pubblica Amministrazione.

Per anni sono state promesse scuole, asili nido   e mai realizzati, usi civici della zona delle Salsare, utilizzati per le campagne elettorali che hanno portato fino alla chiusura delle poche attività ancora in vita, servizi carenti e spese folli con procedimenti molto discutibili. Se ne sentono tante, molti sono i candidati che vorrebbero proporsi, ma quali curricula hanno da presentare per contraltare quello di Porcelli? Fino ad ora tra i tanti nomi letti sui giornali nessuno può eguagliarlo: molti sono quelli che in campagna elettorale non avrebbero la stoffa per confrontarsi sui fatti che hanno afflitto il paese e costati milioni di euro a cittadini, fino ad oggi tenuti all’oscuro di come veramente stanno le cose.

Una cosa sembra certa, sentendo imprenditori e personaggi meno noti, ma pur sempre dignitari del territorio, Mauro Porcelli concorrerà con chiunque (meno che a sinistra)  abbia volontà di cambiare le cose nei fatti. Trasparenza nelle spese, apertura alle associazioni sulle principali procedure urbanistiche, verità sull’uso civico delle Salzare. Siamo tutti convinti che un grande dialogo aiuterebbe la comunità a trovare stabilità e sviluppo e con Mauro Porcelli sarebbe possibile.

“Il bene del paese sta nella collegialità volta alla valorizzazione e sviluppo del paese –  dichiara Mauro Porcelli – bisogna guardare avanti per cambiare le cose e, se questo non sarà possibile, sarà necessario aprire un pubblico dibattito con i cittadini e spiegare come stanno effettivamente le cose”.
Un nostro pensiero va a quanti intendono ancora la politica come cosa propria, fondata su scambi che poco hanno che fare con il bene pubblico. Conoscendo Mauro Porcelli, natio di Ardea, ascoltando diversi pensieri della politica romana e non solo, ancora si può contare sulla possibilità che a governare Ardea potrà esserci qualcuno pronto a fare le cose giuste.
 
Luigi Centore    

Più informazioni su