Seguici su

Cerca nel sito

Cutolo: “Sottratti fondi ai disabili per organizzare una festa”

Il capogruppo dell'Idv contro la manifestazione organizzata dal Comune il 29 dicembre

Più informazioni su

Il Faro on line – “Tagliati ventimila euro destinati all’assistenza domiciliare per i portatori di handicap e per farci cosa? Una festa destinata forse a 150 anziani del territorio. Ventimila euro per un solo evento? E per giunta di cinque ore?”. La denuncia e del capogruppo dell’Idv, Claudio Cutolo.
“E’ tutto scritto nella delibera 150 approvata dalla giunta Canapini il 14 dicembre scorso il cui epilogo è andato in scena il 29 dicembre. Qualche dato? Cinquemila cinquecento euro per il cast (il comico Andrea Perroni e una band di 4 elementi), 2mila per il noleggio furgoni, millecinquecento per 300 manifesti e 3mila volantini, altrettanti per il buffet. Quasi 6mila per l’affitto della sala del Leonardo Expo lungo via della Scafa, zona Madonnella, di un gruppo elettrogeno di 45 kw di impianti audio e luci che il Leonardo Expo possiede. E la realizzazione di un palcoscenico anche questo già esistente. Duemila euro per spese di personale vario per una sola giornata. Questa è l’amministrazione di centrodestra di Fiumicino.
La stessa – prosegue Cutolo – che taglia su servizi, scuole, assistenza ai disabili per affidare poi, in tempi di crisi come tanto ama sventolare il caro Canapini, 20mila euro a una cooperativa nata nel 2009 per una festa di cinque ore, spacciando tutto come “spese per prevenzione disagio sociale”. E organizzare una festa la chiamano prevenzione al disagio sociale? E il Natale con gli anziani al centro Catalani fatta dai volontari di Sant’Egidio a costo zero per le casse dell’amministrazione, con cento persone coinvolte come la chiamano, miracolo? Ma allora perché non si è usata una struttura pubblica invece che gettare al vento quasi seimila euro? Perché non sfruttare il palazzetto dello sport di viale Danubio. La verità è un’altra: si tratta dell’ennesimo episodio di clientelismo sfrenato con il quale il centrodestra per dieci anni ha fatto politica sulle spalle dei cittadini di Fiumicino, utilizzando fondi pubblici per scopi elettorali e propagandistici.
Con 20mila euro si sarebbero potute organizzare decine e decine di iniziative per la prevenzione del disagio sociale. Sarebbe bastato anche solo dividere quei fondi per tutti i centri anziani del territorio invece di virarli a una sola associazione che ha coinvolto centocinquanta anziani per un solo pomeriggio. E poi perché affidare direttamente alla cooperativa Octopus la gestione di questo evento invece che emanare un bando? A chi sono stati regalati questi soldi? Abbiamo i servizi sociali che rinunciano a fare attività perché non hanno fondi e il sindaco e la sua claque che fanno: regalano 20mila euro a una associazione per farne una festa? Stiamo parlando di sperpero di denaro pubblico – conclude Cutolo – di cui la magistratura e la corte dei conti dovranno ora indagare”.
 

Più informazioni su