Seguici su

Cerca nel sito

Sgominate dalla polizia di frontiera due bande di borseggiatori

Blitz all'aeroporto di Fiumicino: raffica di arresti

Più informazioni su

Il Faro on line – Nell’ambito dei servizi antiborseggio appositamente predisposti in questo periodo di massima affluenza di passeggeri, gli agenti della polizia di frontiera hanno individuato M.H. di 30 anni e K.S. di 55 anni entrambi di nazionalita’ kossovara all’interno della sala partenze del terminal “t3” mentre si aggiravano  tra i viaggiatori in partenza. Gli investigatori della sezione di polizia giudiziaria della polizia di frontiera  focalizzavano l’attenzione sui due uomini e dopo due ore di pedinamento all’interno dell’aerostazione li sorprendevano in flagranza di reato.

Il modus operandi praticato nella circostanza e’ risultato del tutto conforme ai precedenti furti posti in essere dalla banda – cosi’ come documentato dalle riprese video gia’ acquisite agli atti d’indagine degli investigatori: uno dei due malfattori avvicinava la vittima distraendola cosi’ da permettere al suo complice di impossessarsi della borsa che la donna aveva al seguito; appena resosi conto di essere stato scoperto, m.h. Lasciava cadere la borsa appena sottratta dandosi ad una precipitosa fuga tra i passeggeri incuriositi. Analogamente anche l’altro ladro si allontanava frettolosamente nella direzione opposta, ma dopo un lungo inseguimento entrambi venivano raggiunti e condotti negli uffici della polizia di frontiera dove una attenta attivita’ di accertamento permetteva di riscontrare che i due kossovari erano gli stessi autori di furti commessi con le medesime modalita’ di attuazione, cosi’ come emerso dalla visione dei filmati delle telecamere del circuito interno e dagli identikit forniti dai passeggeri derubati.

Nel corso dell’operazione tutta le refurtiva veniva rinvenuta dalla polizia e riconsegnata ai viaggiatori  che potevano cosi’ proseguire in serenità il viaggio verso le  vacanze .
 nei  confronti dei due kossovari, si procedeva al fermo per i reati di furto continuato e pluriaggravato in concorso tra loro ed associati presso la casa circondariale di civitavecchia n.c. A disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

Sempre nella stessa giornata l’unita’ investigativa della polizia di frontiera, nell’ambito dei medesimi servizi preventivi posti in essere per il periodo di festivita’, ha tratto in arresto due uomini: P.O.A. di 37 anni, G.Q.A. Di anni 65 e una giovane donna L.P. M.E. tutti di nazionalita’ peruviana che verso le ore 4.30 presso il terminal 1 dello scalo romano approfittando di una distrazione di un passeggero diplomatico di uno stato africano si erano impossessati della sua borsa “48 ore”. I tre peruviani immediatamente tratti in arresto venivano immediatamente posti a disposizione dell’a.g. Che ne disponeva il giudizio con rito direttissimo a conclusione del quale il tribunale di civitavecchia condannava i due uomini alla pena di due anni e otto mesi di reclusione in quanto gia’ gravati di numerosi pregiudizi penali specifici. La loro complice veniva condannata ad anni due di reclusione. Nei confronti della stessa, inoltre, attesa la pericolosita’ sociale della straniera, la polizia di frontiera ha immediatamente attuato le procedure amministrative presso l’ufficio immigrazione della questura di roma per l’emissione di un decreto di espulsione.

Più informazioni su