Seguici su

Cerca nel sito

Il Pd: “ALitalia? E’ ora di dire basta alla sua egemonia”

Califano: subito una serie di verifiche su servizi offerti e appalto

Più informazioni su

Il Faro on line – “Alitalia, nella vicenda Argol, continua nel suo atteggiamento ostile e distruttivo”. A parlare è Michela Califano, capogruppo del Pd. “La chiusura sul futuro dei 74 dipendenti che dal primo febbraio rischiano la mobilità – prosegue l’esponente del Pd – è da censurare e non tiene conto di tutti i regali che il Governo Berlusconi ha elargito alla cordata Cai, primo tra tutti il via libera alle decine e decine di migliaia di cassintegrazioni pagate con i soldi dei contribuenti per snellire una compagnia svenduta alla parte privata. Indipendentemente dalla questione Argol, solo l’ultima di una lunga serie, è ora di dire basta all’egemonia della Cai, società che continua a non rispettare le regole e infischiarsene di qualsiasi obbligo, morale e materiale che sia, nei confronti di quegli stessi contribuenti che le hanno permesso di fare affari d’oro senza sborsare un solo euro. Basta a tutti i privilegi concessi a una compagnia regalata ai privati con i soldi pubblici che fa il bello e cattivo tempo sulle spalle di dipendenti, cittadini e società. Da oggi mi farò portavoce di una serie di iniziative che saranno estese a tutti i livelli: regionale, provinciale e governativo. Prima tra tutte una serie di verifiche e interrogazioni per esaminare ogni accordo stipulato da Cai/Alitalia, dall’emissione dei biglietti ai decolli aerei, fino a toccare appalti, modalità di lavoro e servizi offerti, handler compreso, visto che Alitalia continua a offrire con vari escamotage questo tipo di prestazione anche ad altre compagnie”.

Più informazioni su