Seguici su

Cerca nel sito

Amministrative, anche l’ex assessore Cari al fianco di Porcelli

"Abbiamo bisogno di uomini che conoscono a fondo il territorio e lo liberino dai vecchi schemi polverosi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Dopo l’effetto Pinocchio si torni alla politica e alle cose da fare”. A sostenere la candidatura di Mauro Porcelli anche l’ex assessore Vincenzo Cari. Politico del territorio già assessore e vice sindaco (sempre presente) in varie giunte sia della prima che della seconda Repubblica, sostiene come altri consiglieri comunali del Pdl e di altri partiti politici e associazioni, l’ingegnere Mauro Porcelli quale candidato a sindaco per il comune di Ardea.
“Mauro Porcelli nel passato è stato dirigente sotto le dipendenze del mio assessorato compito che ha svolto magnificamente per il bene della collettività. Oggi – prosegue l’assessore – bisogna uscire fuori dai ricatti politici e dei  ribaltoni che in questi anni hanno caratterizzato la vita amministrativa di Ardea facendo del male soltanto alla città. La scelta di Mauro Porcelli è scaturita dalla sua professionalità e capacità gestionale che non soltanto io, ma l’intera collettività imprenditoriale, politica e i cittadini tutti possono avallare”.

“Con Porcelli dirigente ai tre settori dell’ufficio tecnico comunale, tra cui quello dei lavori pubblici ove io sono stato assessore, ha portato alla realizzazione opere di metanizzazione del territorio, la costruzione del depuratore di via Bergamo, diverse reti fognarie ed idriche, strade, pubblica illuminazione, scuole, piattaforma per l’elisoccorso. Soprattutto – prosegue l’ex assessore Cari – in merito alla vicenda tuttora alla ribalta della cronaca sull’acquisizione di vasche del depuratore di Montagnano. Il regolamento, approvato con delibera (nella giunta Farneti), specificava che per prendere le opere realizzate dai privati, queste devono essere funzionanti e collaudate a costo zero per la pubblica amministrazione, come fu fatto per la pubblica illuminazione della zona di Montagnano”.

“Sotto la dirigenza di Porcelli, sono stati fatti giungere ad Ardea diversi finanziamenti a fondo perduto, realizzate diverse progettazioni che l’amministrazione  dell’epoca pagò ai tecnici. Successivamente questi  progetti, le successive amministrazioni non li hanno preso in considerazione, ne hanno fatti elaborare di nuovi realizzando le stesse opere pagando nuovi progettisti ripagati a spese della collettività, soltanto per dare incarichi ad amici e conoscenti spendendo centinaia e centinaia di mila euro per progetti già realizzati”.

“Ardea – prosegue Cari – ha bisogno di uomini che conoscono a fondo il territorio e rispondono ai requisiti fondamentali basati sull’autorevolezza e managerialità che consente al nostro paese di uscire dagli schemi polverosi nei quali politici ed amministratori  incapaci lo hanno imbrigliato da anni. Queste conclude Cari sono alcune delle motivazioni a sostegno che spingono me a proporre candidato a sindaco per il centro destra la persona di Mauro Porcelli  candidato ideale credibile e con giusti valori di lealtà, correttezza e professionalità che lo legano ad Ardea sua città natia”.
L.C.

Più informazioni su