Seguici su

Cerca nel sito

Estendere Odg Enel-Acea al problema acqua

Severini: “Necessario far verificare, dagli enti preposti, lo stato delle tubature dell’acquedotto Peschiera”

Più informazioni su

l Faro on line – L’ordine del giorno che impegna l’amministrazione comunale a un’attenta e approfondita valutazione sulla qualità dei servizi erogati da Acea Ato2, Acea Electrabel ed Enel, protocollato da sette consiglieri Pdl, sembra essere una risposta concreta alle tante segnalazioni evidenziate in questi anni da associazioni e comitati.
”La diminuzione sistematica della pressione idrica dell’acqua potabile nelle case e nelle aziende, gli sbalzi di tensione elettrica in alcune fasce orarie del giorno, i continui guasti agli elettrodomestici – spiega il presidente dell’associazione Crescere Insieme, Roberto Severini – sono problematiche da affrontare con piglio deciso, tanto quanto la necessità, più volte auspicata dall’associazione Crescere Insieme, di allineare tutti i servizi alle previsioni urbanistiche e le reti elettriche e idriche all’aumento demografico: una priorità per un Comune in espansione come il nostro, che l’associazione confida venga affrontata già durante il prossimo consiglio utile, trovando una condivisione unanime dell’aula e dei gruppi di maggioranza e opposizione”.

”Il nostro auspicio è che il documento possa essere ampliato ed esteso anche al problema del sedimento presente nell’acqua che, a oggi, non ha ancora trovato conferme o smentite. Va anche ricordato che, anche se solo in un caso, restano da approfondire, come annunciato dal Sindaco, le cause della presenza del sedimento sabbioso terroso nell’acqua potabile”.

”Detto questo cogliamo l’occasione per chiedere all’amministrazione un impegno: far verificare, dagli enti preposti, lo stato delle tubature dell’acquedotto Peschiera che porta l’acqua nelle nostre abitazioni, consapevoli che si tratti di un’indagine lunga e articolata, ma che a oggi richiede  attenzione. Il ringraziamento per chi affronta certe problematiche, da parte nostra è dovuto, ora attendiamo gli esiti”.

Più informazioni su