Seguici su

Cerca nel sito

MyMoviesLive: il cinema a casa

Il Faro on line - Batte sul tempo tutti gli altri siti e mentre Megavideo e Megaupload se la vedono, purtroppo, molto male, MyMovies lancia un progetto che segna la prima vera cesura autorizzata, perlomeno in Italia, tra la modalità classica di fruizione del cinema e una maniera più contemporanea, interattiva, privata e globale insieme. Procedura che si affianca a quelle già esistenti e che nonostante sia un territorio relativamente vergine è, confessiamolo, diventata già prassi. Solo che a differenza dei fratelli maggiori internazionali, l'iniziativa si muove all'interno della legalità
MyMovies, il più consultato database italiano online di cinema (come recita Wikipedia) aveva cominciato con la sperimentazione delle anteprime live su un campione di 500 persone alla volta, due anni fa. Ma l'obbiettivo principale allora quello divulgativo: il passaparola, come è noto, è la migliore pubblicità. Dal 23 gennaio qualcosa è cambiato, perchè l'anteprima lancio si trasforma in un vero e proprio cinema virtuale con spettacoli che si ripetono giorno dopo giorno alla stessa ora (per il momento spettacolo unico alle 21,30).
Fino a domenica 5 febbraio in programma <Bobby Fischer Against The Word>. Il film scelto con la collaborazione di Mario Sesti era stato presentato durante l'ultimo Festival del Film di Roma.
Si continua il 2 febbraio con la premiere di <Sulla strada di casa> di Emiliano Corapi. Dal 6 al 19 febbraio sarà la volta di <The Last Days Of Emma Blank>.
Dal 20 febbraio al 4 marzo, invece, toccherà a <Un Couple Parfait> di Nubuiro Suwa, e così via con un calendario che promette di coprire 365 giorni con titoli accuratamente selezionati nei maggiori festival internazionali.
Prova gratuita per quindici giorni e poi per abbonamento a soli 3,99 al mese con accesso illimitato e tessera 2x1 che permette nei cinema convenzionati (ormai quasi tutti) l'ingresso in sala con un solo biglietto per due persone (il cinema quello vero con il proiezionista e le poltrone rosse!). Offerta irresistibile per un cinefilo doc.
L'attuale tariffa è la più bassa registarata se si considera che su piattaforme come l'internazionale Mubi (che però non propone anteprime, ma è una specie di archivio online), l'abbonamento era prima di 14,99 e poi è sceso a 7,99 per una singola proiezione da 2,99. In ultimo c'è da parlare della tecnologia, perchè sulla base dell'esperienza dei due anni precedenti è stato sviluppato un software ad hoc che permette l'accesso da qualunque zona d'Italia con una connessione Internet minima di 350Kbps. Connessione che può diventare HD con una trasmissione fino a 5000Kbps: sul Mac, uno spettacolo assicurato.
Federica Polidoro

Più informazioni su

Più informazioni su