Seguici su

Cerca nel sito

Dimensionamento scolastico, via libera in Giunta

La Regione Lazio rende operativo il piano-Sentinelli

Più informazioni su

Il Faro on line – Dopo il parere favorevole espresso giovedì scorso in Commissione Istruzione in Consiglio regionale, oggi con il via libera della giunta Polverini il piano di dimensionamento scolastico conclude definitivamente il suo iter. La delibera di giunta definisce la riorganizzazione della rete scolastica regionale prevedendo una riduzione complessiva pari a 109 dirigenze nel Lazio:  68 in provincia di Roma; 18 in provincia di Latina; 17 in provincia di Frosinone; 2 in provincia di Rieti; 4 in provincia di Viterbo. “Per gli Istituti comprensivi – ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Politiche giovanili, Gabriella Sentinelli (nella foto) – non ci saranno movimenti di scuole, né tantomeno di alunni, saranno solo i dirigenti a spostarsi nei  diversi plessi di competenza.  Anche i nomi delle scuole rimarranno invariati e questo per garantire le identità e la storia dei singoli istituti. Il reale dimensionamento scolastico si avrà solo dopo il 20 febbraio, data entro la quale i genitori dovranno scegliere la scuola dove iscrivere i propri figli. Alla scadenza delle iscrizioni avremo quindi un quadro più chiaro delle reali richieste dei cittadini e dei flussi scolastici e potremo valutare l’impatto sul territorio. Minori difficoltà – ha aggiunto la Sentinelli – si sono incontrate con le province più piccole che sono riuscite in tempi brevi a verificare le esigenze dei territori dando una risposta capillare alla domanda del servizio scolastico proveniente dagli stessi; per la provincia di Roma ciò a richiesto più tempo e la Direzione regionale ha dovuto lavorare in una situazione di grave difficoltà per i ritardi della Provincia di Roma, per la tardiva ed incompleta elaborazione dei dati di loro competenza, fatti pervenire alla Regione il 29 dicembre, in notevole ritardo rispetto alle altre Province. Nonostante tutto ciò essere riusciti in Commissione a trovare una sintesi ed aver ottenuto un parere favorevole, sebbene a maggioranza, alla Delibera di Giunta, consente di poter proseguire con serenità anche il lavoro dell’Osservatorio regionale. Infatti, concordemente con le Organizzazioni Sindacali della scuola, i rappresentanti dei dirigenti e dell’ANCI ci siamo impegnati a verificare periodicamente che la riorganizzazione scolastica risponda alle effettive esigenze dell’utenza e dei territori. Nel merito – ha poi concluso la Sentinelli – sono convinta della bontà del Piano regionale e di quanto positivamente possano incidere sullo stesso gli Istituti comprensivi, infatti questi ultimi garantiscono i risultati migliori relativamente alla carriera scolastica degli studenti poiché consentono una continuità didattica nella vita scolastica degli alunni e nella maggior parte dei casi la loro costituzione è stata preceduta da uno studio del territorio con particolare attenzione ai servizi che questo offre con particolare riguardo alla mobilità”. “Con questo provvedimento – ha dichiarato la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini – sono state recepite in parte le osservazioni della Commissione e nei limiti di tempo disponibili si è cercato di risolvere le problematiche emerse, rivalutando alcune istanze arrivate dai territori”.
Marco Staffiero

Più informazioni su