Seguici su

Cerca nel sito

Russo D’Auria: “I volontari al posto dei vigili urbani? No, grazie”

Il leader di GIL: "Grande rispetto e riconoscenza per chi offre il proprio tempo alla collettività, ma non è questa la soluzione giusta per la città"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’ultima in ordine di tempo è la possibilità di utilizzare il personale della Polizia in pensione per controllare l’entrata e l’uscita dalle scuole. Pur apprezzando la grande abnegazione e l’incontestabile buona volontà dei volontari in questione, non possiamo dire che sia la soluzione giusta per Fiumicino”. A parlare è Mario Russo D’Auria (nella foto), leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino). “Utilizzare sempre i volontari, una volta i poliziotti, una volta i carabinieri, una volta i vigili del fuoco, una volta la protezione civile… E’ una maniera sbagliata di affrontare i problemi. Io, da cittadino, pago le tasse per avere dei servizi, e tra questi servizi c’è anche quello dei vigili urbani. E’ loro che voglio vedere sulle strade, davanti alle scuole, vicino ai mercati. E, tra l’altro, sono loro gli unici ad avere l’autorità per dire qualcosa ai cittadini, far spostare una macchina, fare una multa. A loro e solo a loro spetta quel compito, e l’amministrazione comunale deve essere in grado di assumerne quanti ne servono, dando così lavoro anche ai nostri giovani. Utilizzare il volontariato è pericoloso perché non hanno alcuna autorità, e sbagliato perché si danno responsabilità a persone non titolate per averne. E in più si tolgono posti lavoro. Non è questa la strada giusta per far crescere una città. Il volontariato poi, che va assolutamente apprezzato, potrà essere impiegato in altri campi – conclude Russo D’Auria – sempre socialmente utili, ma che non abbiano responsabilità dirette nella gestione della collettività”.

Più informazioni su