Seguici su

Cerca nel sito

A Fiumicino nevicata storica. Ma tutto funziona alla perfezione

Colpita dal maltempo soprattutto la zona di Aranova. La task force voluta dal sindaco Canapini - e la collaborazione con i cittadini - evita problemi alla viabilità

Più informazioni su

Il Faro on line – A Roma è successo quello che sappiamo tutti: strade in tilt, traffico impazzito, alberi caduti. Nel nord della Regione addirittura interi paesi isolati. A Fiumicino invece, nonostante una nevicata fuori da ogni statistica – in particolar modo nella zona di Aranova e dintorni – tutto è andato bene. La caduta dei “fiocchi” è rimasta per lo più un momento di festa, e chi ha viaggiato per le strade comunali è rimasto piacevolmente sorpreso dall’assenza di “emergenza”. Spesso critichiamo l’Amministrazione comunale per le proprie disattenzioni che inevitabilmente ricadono sulla qualità della vita dei cittadini, ma è giusto sottolineare anche quando l’attenzione è invece alta, e ottiene il risultato sperato. Perché se è vero che un amministratore pubblico è preposto a gestire anche le emergenze, non è detto che riesca a farlo. Abbiamo dunque cercato telefonicamente il sindaco Mario Canapini per chiedergli come la macchina organizzativa da lui predisposta si sia mossa. “Come tutti, sapevamo che c’era un’allerta meteo – ci ha spiegato Canapini – e abbiamo predisposto per tempo l’intervento della Protezione civile comunale, l’utilizzo dei mezzi pesanti per pulire le strade e lo spargimento di sale”. D’accordo, ma queste sono procedure standard, che fanno tutti. Come siete riusciti a far trovare libere le strade già la mattina al risveglio dei cittadini? “Intanto abbiamo monitorato le zone dove era più urgente l’intervento. Ha nevicato ovunque, ma in certe zone tipo quella di Aranova l’incidenza della neve è stata maggiore. Lì si sono concentrati i primi sforzi, supportati poi dai cittadini che hanno messo a disposizione i propri mezzi, come i trattori, aiutando ad eliminare il grosso della neve. Pensi che alle 5,30 del mattino già si era di nuovo in strada per togliere quanto la notte aveva depositato lungo le strade”. Sinergia, dunque, tra cittadini e Amministrazione. la chiave di volta è stata questa, e stavolta il plauso ci sta tutto. Le zone di mare non sono certo abituate a questo tipo di precipitazioni, motivo ancor più di soddisfazione l’aver visto la macchina comunale efficiente. Sinergia, dunque, potrebbe anche essere la parola chiave del futuro per questo territorio. Intendiamoci, qualche piccolo disagio si è certamente creato, maè inevitabile in una situazione d’emergenza. Ciò che conta è che la città non sia rimasta strangolata, e questo non è accaduto.
Angelo Perfetti

A conferma di quanto registrato dal Faro on line, arriva un comunicato dell’associazione Crescere Insieme, a firma del suo presidente Roberto Severini, che pubblichiamo.
“Due giorni di neve, cosa mai vista nel nord del Comune. Disagi? Minimi. Ad Aranova le vie di maggior scorrimento sono sgombre da neve, i mezzi spargisale e spazzaneve attivi dal primo pomeriggio di ieri quando sono caduti i primi fiocchi. Nulla di paragonabile a quello che è successo pochi chilometri più in là. Aurelia da Roma fino all’altezza di Castel di Guido paralizzata. Stessa scena al bivio di Fregene. Automobilisti bloccati per ore. Il merito? Di chi ha coordinato i lavori, e delle ditte locali che hanno messo da subito a disposizione uomini e mezzi su richiesta degli enti preposti. Un ringraziamento al Sindaco di Fiumicino Mario Canapini e al Comandante della polizia locale, Gianfranco Petralia per essersi immediatamente precipitati ieri e oggi ad Aranova dopo le varie segnalazioni inviate anche dall’associazione Crescere Insieme. E a tutte le persone che da questa mattina anche da Facebook hanno dato disponibilità all’associazione per colmare le richieste di aiuto sul territorio. Qualcosa da ridire invece sul lavoro svolto dall’Anas che consapevole delle previsioni meteo, non ha fatto nulla o quasi, per evitare che l’Aurelia e le strade accessorie di pertinenza si trasformassero in un tappeto di autovetture senza soccorso. Che dire del panorama – conclude Severini -: mai visto così tanta gente a piedi per Aranova e tanti bambini divertirsi come oggi. L’associazione Crescere Insieme per permettere a tutti di giocare con la neve ha aperto il parco di via Siliqua e realizzato un grande pupazzo di neve con l’aiuto di tanti piccoli amici. Una bella risposta, in tempi di crisi, per chi non può permettersi una settimana bianca”.

Più informazioni su