Seguici su

Cerca nel sito

Maltempo, ora a far paura è il ghiaccio

Il Faro on line - Adesso a far paura è il ghiaccio. Anche se nella Capitale la situazione sta tornando alla normalità, sono ancora molti i comuni del Lazio, che a causa dell'eccezionale nevicata rimangono isolati. Ma il dramma più grande è senza dubbio il formarsi del ghiaccio, non solo per l'impossibilità a muoversi, ma soprattutto per i danni all'agricoltura del territorio. Il danno per la filiera agroalimentare italiana ammonta già - stima la Coldiretti - a cento milioni di euro non solo per le difficoltà nei trasporti che hanno già impedito la consegna di oltre centomila tonnellate di frutta, verdura, uova, latte fresco ed altri prodotti deperibili ma anche perché le piante cedono sotto il peso della neve mentre si registra una impennata nei costi di riscaldamento delle serre, il gelo sta bruciando le verdure invernali in campo cavoli, verze, cicorie, carciofi, radicchio e broccoli e se continuerà a morire saranno anche viti e ulivi come nel 1985, con danni incalcolabili destinati a durare nel tempo. Almeno due milioni di mucche e maiali nelle stalle isolate rischiano di rimanere senza acqua e cibo per le difficoltà di garantire l'approvvigionamento dei mangimi sulle strade e per i danni provocati dal gelo alle condutture che portano l'acqua agli abbeveratori ma in alcuni casi a cedere sono le stesse stalle, le serre o le strutture agricole sotto il peso della neve. Proprio per questo si è riunito oggi nella sede dell'assessorato alle Politiche Agricole della Regione Lazio un tavolo di crisi per fare il punto sull'emergenza neve e gelo che ha colpito il settore agricolo del Lazio e valutare iniziative comuni con la task force istituita dalla presidente Renata Polverini. Al tavolo hanno partecipato l'assessore alle Politiche agricole della Regione Lazio, Angela Birindelli, e i vertici regionali delle rappresentanze sindacali e del mondo della cooperazione. "Abbiamo attivato – ha dichiarato la Birindelli – una cabina di regia permanente per effettuare un monitoraggio capillare e costante sulla attuale situazione di difficoltà in cui si trovano ad operare gli agricoltori del Lazio. Due le finalità principali: quella di tenere sotto controllo la situazione e dare un supporto reale alle aziende in difficoltà, per poi iniziare ad effettuare una valutazione concreta dei danni, necessaria alla predisposizione di un piano d'interventi a favore del comparto. L'assessorato – ha concluso la Birindelli – per rendere più efficiente e puntuale l'intervento di monitoraggio, si avvarrà delle strutture regionali decentrate presenti sui territori e attiverà nelle prossime ore un account riservato volto ricevere informazioni in tempo reale dagli operatori del settore". Inoltre, è stato attivato l'account riservato a tutti gli operatori agricoli per comunicare direttamente con la Direzione Regionale Agricoltura riguardo eventuali situazioni d'emergenza. L'indirizzo è il seguente: emergenza_agricoltura_lazio@regione.lazio.it.
Marco Staffiero

Più informazioni su

Più informazioni su