Seguici su

Cerca nel sito

Bottigliate e colpi di spranga per un lucchetto rotto

Cittadino indiano fermato dalla polizia per tentato omicidio e lesioni aggravate ai danni di connazionali

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ cominciato tutto come una litre tra connazionali, scaturita in seguito alla manomissione di un lucchetto dalla porta dell’appartamento, in uso ad alcuni cittadini indiani.
La lite, iniziata all’interno dell’abitazione, sita a Lido dei Pini, si è ben presto trasferita all’esterno, nel piazzale antistante un distributore di benzina.
Due cittadini indiani, di 40 e 29 anni, sono stati colpiti al capo da S.J. 29enne, loro  connazionale. Il 40enne da una bottiglia, mentre il 29enne da un oggetto contundente in ferro. Quest’ultimo, dapprima soccorso presso l’ospedale di Anzio, a causa delle ferite, è stato trasferito presso un altro ospedale della Capitale.
Sono stati i sanitari a segnalare il ricovero di uno straniero gravemente colpito al capo.
Gli investigatori del Commissariato di Anzio, diretto dal dottor Fabrizio Mancini, hanno immediatamente dato avvio alle indagini, in collaborazione con personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura e del Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica.
Determinante infatti, si è rivelato il controllo incrociato tra i nominativi degli stranieri di nazionalità indiana conosciuti dagli agenti del Commissariato di zona, e le “prove” repertate sul posto dalla Scientifica. L’attenzione degli agenti si è rivolta su S.J. A suo carico infatti alcuni precedenti penali per rissa. Rintracciato all’interno della sua abitazione di Anzio, in via dei Laghi, il 29enne è stato accompagnato negli uffici del Commissariato. Identificato come l’autore dell’aggressione, S.J. è stato sottoposto a fermo di indiziato del delitto di tentato omicidio nei confronti del 29enne, e del delitto di lesioni aggravate nei confronti del 40enne.

Più informazioni su