Seguici su

Cerca nel sito

“La natura è la migliore delle scuole”

Al via le prenotazioni per visitare le oasi Wwf all’interno della riserva statale

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono partite le prenotazioni delle scuole per poter visitare le Oasi Wwf presenti nella riserva statale “Litorale Romano”: Macchiagrande, Vasche di Maccarese e Bosco Foce dell’Arrone.
Tutte le classi avranno quest’anno un’ampia scelta di percorsi didattici e laboratori scientifici ideati per soddisfare a pieno le esigenze degli insegnanti e dei ragazzi.
Il risultato già dai primi giorni di febbraio sembra essere molto più positivo di quanto ci si aspettasse: moltissime le prenotazioni di scuole ed istituti di vario ordine a grado per poter visitare la storica Oasi di Macchiagrande e quella di Vasche di Maccarese – alle quali da quest’anno si è aggiunta l’ Oasi Bosco Foce dell’Arrone – un vero e proprio scrigno di biodiversità, considerata già da molti il terzo “tesoro” alle porte di Roma.
A Macchiagrande le tematiche affrontate saranno incentrate sulla scoperta dell’ecosistema mediterraneo,  caratterizzato da ambienti come  il bosco costiero, la macchia mediterranea,  il paesaggio dunale e le zone umide. Durante le visite il percorso previsto si snoderà lungo il sentiero del bosco (oggi rifugio di moltissimi animali tra cui volpi, istrici, tassi, donnole e faine) e attraverso la macchia mediterranea alla scoperta delle caratteristiche e delle dinamiche che regolano l’intero ecosistema.
L’Oasi Vasche di Maccarese, oggi sito di sosta e svernamento di moltissimi uccelli acquatici è considerata una delle più importanti zone umide del litorale laziale. Proprio per questo consentirà ai ragazzi, accompagnati da esperti ornitologi,  di effettuare attività di birdwatching e di approfondire l’ecologia e l’etologia degli uccelli. 
L’Oasi Bosco Foce dell’Arrone invece ha favorito, in relazione alle caratteristiche ecologiche e geografiche dell’area, la definizione di un suggestivo percorso-natura che partendo dalla pineta e  snodandosi  lungo il corso del fiume Arrone, arriva fino alla sua foce; è qui che si potrà osservare la dinamica costiera passeggiando all’interno di uno degli ultimi tasselli di bosco igrofilo costiero in Italia.
 In associazione alle visite guidate generali e tematiche sarà possibile richiedere attività didattiche di tipo pratico-applicativo. I laboratori daranno agli alunni la possibilità di conoscere e utilizzare attrezzature e materiali scientifici adeguati come il microscopio, lo stereoscopio, l’incubatrice, gli acquari, le guide naturalistiche e, di manipolare reperti naturalistici di natura botanica, zoologica e geologica.  I ragazzi saranno inoltre coinvolti nell’esecuzione di esperimenti scientifici e nella realizzazione di strutture didattiche.
Ricordiamo infatti che all’interno delle diverse Oasi ogni sentiero natura è attrezzato con strutture didattiche, tra cui: bacheche, pannelli illustrativi, serra didattica, capanni di osservazione, stagno didattico, vivaio mediterraneo, giardino delle farfalle e aule verdi.
Tra le novità di quest’anno anche la possibilità di richiedere delle “visite speciali”: molto entusiasmante sarà quella sul “mondo delle api” dove con il supporto di esperti apicoltori, di un apiario didattico e di un’arnia trasparente sarà possibile apprendere il ruolo di questo importante insetto impollinatore e assaggiare il miele prodotto in oasi.
E per chi fosse interessato e avesse un pullman a disposizione si organizzano anche escursioni giornaliere che prevedono la visita di 2 oasi a scelta tra le 3 presenti nel territorio.
Insomma le proposte sono veramente tante, basta prenotare per non perdersi un fantastico viaggio tra scienza e natura.
Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 339.1588245 e 329.0562763, oppure inviare un’email all’indirizzo macchiagrande@wwf.it.

Più informazioni su