Seguici su

Cerca nel sito

“I sogni venduti dal centrodestra”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Sinistra Ecologia Libertà

Più informazioni su

Il Faro on line – La scorsa notte abbiamo fatto un sogno, sognavamo di volare in alto e poi di atterrare in una città straniera, parlavano tutti tedesco, c’era tanta gente in festa.

Erano tutti allegri perché si inaugurava un importante impianto sportivo costruito in pochissimi mesi, in mezzo a tanti abbiamo riconosciuto alcuni personaggi della nostra città; è stato veramente piacevole ed appagante partecipare, seppure in sogno, ad un evento che trasmetteva concretezza ed efficienza.

Purtroppo al risveglio abbiamo dovuto calarci nuovamente nella nostra realtà, i personaggi ardeatini del sogno sono gli stessi che oggi sono impegnati in una lotta intestina senza esclusione di colpi per decidere chi sarà, o chi saranno, i candidati a sindaco del centrodestra per le prossime amministrative del 6 maggio.

Anche se, con la guerra in casa, con le casse del comune sempre più prosciugate per incuria e incapacità di amministrare in maniera appena decente, non si rinuncia comunque ad iniziare una campagna elettorale fatta vendendo sogni: prime pietre, assunzioni e prossimamente, stiamone certi, qualcosa d’altro; il tutto ovviamente sulle spalle e con i pochi soldi dei cittadini.

Nell’ultima settimana sono stati inaugurati a Tor San Lorenzo i cantieri per “il polo della salute” e quello per “la riqualificazione dell’arredo urbano” e si è annunciata l’assunzione, a tempo determinato, di venti nuovi vigili urbani.

Mentre sulla priorità del polo della salute non si può che concordare, su quella del rinnovo dell’arredo urbano si potrebbe obiettare e sarebbe interessante anche capire bene i meccanismi di assunzione dei vigili precari ed i tempi del loro impiego.

Ma il problema vero a nostro avviso è quello del sogno usato col solo fine di fare propaganda; purtroppo è una storia  che va avanti da 8 anni, solo alcuni esempi: Parco dello Sport alla Macchiarella, recupero di villa Nicoletti, acquisizione al patrimonio comunale dei terreni e loro recinzione, Isole Ecologiche e quello più grave la Scuola Superiore.

Con le prime pietre da sogno si potrebbero tappare tutte le buche delle disastrate strade di Ardea; e, sempre a proposito di sogni, perché l’amministrazione non dice ai cittadini come sono andate a finire le Cartoniadi????

Nei rari casi nei quali dall’annuncio si passa alla fase esecutiva le cose non migliorano, ne sono esempi emblematici  l’Antiquarium e la Sala Consiliare;
 
Siamo certi che i cittadini che hanno veramente a cuore il proprio futuro, quello dei figli e quello della  città sapranno giudicare e, passando dai sogni alla realtà, scegliere nelle urne chi veramente può rappresentare una svolta concreta nell’amministrazione della città.

Sinistra Ecologia Libertà – Circolo di Ardea 

Più informazioni su