Seguici su

Cerca nel sito

Il Latina pareggia 2-2 al Nereo Rocco contro la Triestina

La partita si è giocata in un Nereo Rocco semideserto 

Più informazioni su

Il Faro on line – Si gioca in un Nereo Rocco semideserto vuoi per la difficile situazione della Triestina, non tanto di classifica quanto societaria, vuoi per le condizioni atmosferiche a dir poco improponibili: forte bora e temperatura sotto lo zero. Ghirotto manda in campo un Latina disposto con il 4-3-3 che vede Baican in porta, mentre la linea di difesa è quella composta dagli esterni Cafiero e Toscano e dalla coppia centrale formata da Farina e Burzigotti; a centrocampo c’è Burrai fiancheggiato da Matute e Citro, mentre in avanti a dar manforte a Bernardo ci sono Agodirin e Martignago. Galderisi, dal canto suo, manda in campo gli alabardati disposti col 3-5-2: in porta Gadignani, poi difesa composta da Mannini, Lima e Gissi, in mediana spazio al trio Princivalli-Allegretti-Forò, con Galasso e Cecchini esterni, in avanti ci sono Motta e Godeas. 
Dopo gli iniziali minuti di studio il Latina prende in mano le redini del gioco esercitando una evidente supremazia territoriale che porta prima al destro alto di Matute (6’), poi al provvidenziale salvataggio di Lima sul cross basso di Martignago (12’). I nerazzurri tengono il campo con autorità, mentre la Triestina gioca in modo guardingo aspettando la ripartenza giusta. Proprio in azione di contropiede gli alabardati si rendono pericolosi al 24’: Motta, servito da Godeas, si libera con un numero di Cafiero e lascia partire un diagonale che viene neutralizzato dall’attentissimo Baican. La Triestina prende coraggio, esce dal guscio e si fa vedere ancora dalle parti del portiere nerazzurro: al 27’ ancora con Motta che spara a lato, al 31’ col colpo di testa di Gissi che termina alto. Un minuto dopo, però, arriva il vantaggio del Latina a termine di una perfetta ripartenza: Martignago parte in velocità, approfitta di un’indecisione della coppia centrale della difesa dei biancorossi e, a grandi falcate, si presenta davanti a Gadignaqni, poi con grande altruismo serve ad Agodirin un pallone che chiede soltanto di essere spedito in fondo al sacco. Gli alabardati hanno al 34’ l’occasione per l’immediato pareggio, ma Baican ci mette una pezza e tuffandosi sulla sua destra dice di no al destro da fuori di Allegretti. Poi succede poco o nulla fino al riposo.

La ripresa inizia con un cambio per parte: Ghirotto sostituisce l’infortunato Cafiero con Bruscagin, mentre Galderisi manda in campo De Vena al posto di Forò. Il riposo deve aver fatto male, però, ai nerazzurri che nel giro di due minuti si fanno infilare prima da Godeas, bravo a sfruttare il cross di Galasso e a infilare l’incolpevole Baican con un destro al volo dall’interno dell’area, poi dal neo entrato De Vena: il numero 18 in maglia biancorossa deposita in rete a porta sguarnita dopo che Baican aveva tentato inutilmente di fermare Godeas, lascato a tu per tu col portiere nerazzurro da un erroraccio di Farina. Lo stesso Farina prova a farsi perdonare al 10’ con un violento sinistro, da calcio piazzato, che Gadignani manda in angolo. I nerazzurri accusano il colpo dello svantaggio e non riescono a giocare con la fluidità del primo tempo. Ghirotto al 17’ decide di mandare in campo Jefferson, Galderisi risponde con Villanovic al posto di Princivalli. Il Latina col passare dei minuti riprende a macinare gioco e al 26’ trova il pareggio con un calcio di rigore trasformato senza problemi da Jefferson, e concesso per un evidente fallo di Mannini su Agodirin. Al 31’ Ghirotto effettua l’ultimo cambio a disposizione: al posto del claudicante Burrai entra Giannusa. Il Latina, raggiunto il pareggio, tiene in mano le redini del match e si fa vedere dalle parti di Gadignani prima con Matute, poi con Martignago; ma in entrambi i casi si riprende con un fallo di fondo per gli alabardati. I nerazzurri costringono i giuliani nella propria metà campo e si rendono pericolosissimi al 39’ con un’invenzione di Jefferson che, servito dallo scatenato Martignago,  con una finta di corpo mette fuori causa Gissi e fa arrivare la palla ad Agodirin: il nigeriano, però, sbaglia un facile stop e permette a Lima di salvare in angolo con un prodigioso recupero. Il Latina cerca la vittoria e per poco non capitola quando Motta, a conclusione di una ripartenza, spara centralmente e permette a Baican di mandare in angolo. Galderisi effettua anche il terzo cambio: al posto di Lima entra Rossi. Dopo 4’ di recupero al Nereo Rocco finisce 2-2. 

I tabellini

Triestina-Latina 2-2 
Triestina: Gadignani, Mannini, Cecchini, Allegretti, Lima (41’ st Rossi), Gissi, Galasso, Princivalli (18’ st Villanovic), Godeas, Forò (1’ st De Vena), Motta. A disp.: Vigorito, Pratolino, Miani, Damso. All.: Galderisi
Latina: Baican, Cafiero (1’ st Bruscagin), Toscano, Burrai (31’ st Giannusa), Burzigotti, Farina, Kola Agodirin, Matute, Bernardo (17’ st Jefferson), Citro, Martignago. A disp.: Radio, Carta, Berardi, Addessi. All.: Ghirotto
Arbitro: Daniele Chiffi di Padova. Assistenti: Mandis di Palermo e Di Federico di LodiMarcatori: 32’ Agodirin, 2’ st Godeas, 3’ st De Vena, 26’ st Jefferson (rig.)Note – Ammoniti: Citro, Princivalli, Godeas, Galasso, Martignago

Più informazioni su