Seguici su

Cerca nel sito

Agroalimentale, la Regione controlla i prezzi

Il Faro on line - È stato aperto, presso l’assessorato regionale alle Attività produttive, il tavolo di confronto per la verifica dei prezzi nell’ambito del commercio agroalimentare. “Oggi abbiamo compiuto il primo passo di un’iniziativa importante, annunciata la scorsa settimana a Berlino nel corso della manifestazione Fruit Logistica 2012, fiera internazionale dell’agroalimentare, alla quale Regione, Car e Mof hanno partecipato per la prima volta assieme con uno spazio espositivo unico e di qualità”, ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive e alle Politiche dei rifiuti, Pietro Di Paolo. Al tavolo di confronto erano presenti i rappresentanti di Car, Mof, Coldiretti Lazio, Confesercenti, Confcommercio, Azienda romana mercati della Camera di commercio di Roma. Per rispondere alla pressione locale di una crisi economico-finanziaria che ha confini globali, a fattori di stress quali il maltempo, i cui effetti negativi si riverberano anche a distanza di settimane, o come l’aumento del prezzo dei carburanti, che si ripercuote spesso in maniera ridondante sui prezzi, la Regione Lazio sta mettendo in atto tutte le misure necessarie per tutelare sia i consumatori sia gli attori delle varie filiere commerciali. “Il tavolo di oggi va letto in questo senso”, ha precisato Di Paolo. Offrire informazioni oggettive e precise al consumatore, soprattutto quelle sui prezzi e sull’origine dei prodotti; evitare ingiustificati allarmismi, scongiurando ogni eventuale, anche se marginale, fenomeno speculativo; valorizzare al meglio, in particolare dal punto di vista della conoscenza, i processi di f il iera, così da tutelare la straordinaria qualità delle produzioni del Lazio: questi gli obiettivi emersi nel corso dei lavori.   L’assessore Di Paolo ha evidenziato inoltre la necessità, riscontrando il favore dei partecipanti, di dare una configurazione permanente al tavolo, coinvolgendo anche le associazioni dei consumatori. Il prossimo appuntamento si terrà nell’arco di dieci giorni.

Più informazioni su

Più informazioni su