Seguici su

Cerca nel sito

Viola la Ztl 248 volte, denunciato falso Ncc

L’uomo è stato incastrato dalla polizia locale di Fiumicino nel corso dei controlli antiabusivismo

Più informazioni su

Il Faro on line – Ha violato la Ztl di Roma per ben 248 volte. E poi, per non farsi mancare nulla, spacciandosi per autista con noleggio con conducente, si procacciava clienti a bordo di una lussuosa Mercedes di sua proprietà, denunciata però come rubata, con la quale scarrozzava clienti e vip. L’uomo, 50 anni, già noto alle forze dell’ordine per associazione a delinquere, ricettazione, sostituzione di persona e falso, è finito nella rete dei controlli antiabusivismo disposti dagli agenti della polizia locale a Fiumicino. I vigili hanno sequestrato l’auto, della quale aveva denunciato il furto nel gennaio del 2010, scoprendo anche che l’assicurazione era falsa. Così come era falsa la sua licenza di noleggiatore, abilmente contraffatta, che risultava rilasciata dal Comune di Vallepietra nel gennaio dello scorso anno proprio nello stesso mese in cui aveva denunciato il furto.
 Nel corso degli approfondimenti si è scoperto che l’uomo, dal marzo dello stesso anno, due mesi dopo la denuncia del furto, aveva violato con la stessa Mercedes la Ztl della Capitale in ben 248 occasioni: per un totale di multe, mai pagate, di circa 20 mila euro.

A porre fine all’attività truffaldina del 50enne, romano, gli agenti agli ordini dei comandanti della polizia locale di Fiumicino, Gianfranco Petralia, e del Git di Roma, Massimo Fanelli che l’hanno denunciato per truffa, falso ideologico e simulazione di reato.

L’operazione rientra nell’ambito di una attività di prevenzione antiabusivismo allo scalo del Leonardo Da Vinci. I sospetti sono nati a seguito di un controllo in aeroporto per l’uomo e la sua auto: dalle verifiche è emerso che la sua Mercedes risultava rubata ma si è scoperto che la vettura era oggetto di una denuncia per furto dallo stesso ncc nel gennaio 2010, denuncia poi mai ritirata. A carico del pregiudicato, ci sono anche tre violazione dell’autovelox nel comune. L’attività investigativa è stata coordinata dal procuratore capo di Civitavecchia, Gianfranco Amendola, che ha subito disposto i sequestri dell’auto, della licenza e dell’assicurazione.
Maria Grazia Stella

Più informazioni su