Seguici su

Cerca nel sito

L’Anziolavinio sfata il tabù del “Bruschini”

Dopo oltre tre mesi torna a vincere davanti al proprio pubblico

Più informazioni su

Il Faro on line – Secondo successo consecutivo per la squadra del presidente Franco Rizzaro che rialza la testa e cerca di tirarsi fuori da una posizione di classifica difficile. Al momento con i recuperi ancora da giocare l’Anziolavinio occupa la dodicesima posizione. La prima azione pericolosa dalla gara è dell’Anziolavinio. Capitan Guida prova di destro da fuori ma il pallone termina a lato. Tre minuti dopo ancora anziati pericolosi con Cardoni che stoppa di petto in area, conclude e Onesti respinge con i piedi. Al 15’ primo pericolo degli ospiti con la punizione di Angheleddu dal vertice sinistro respinta in corner da Rizzaro. Al 20’ ancora Anziolavinio pericoloso, Amassoka serve Girometta, sinistro parato da Onesti. Al 24’ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Girometta s’invola sulla destra, arriva sul fondo, mette al centro dove trova Cardoni che con un destro preciso supera Onesti. Passano sette minuti e arriva il raddoppio degli anziati. Punizione dalla destra di Trippa, la palla arriva sui piedi di Pannozzo che di sinistro batte il portiere avversario. Al 33’ pericolo per Rizzaro che alza in corner la punizione di Angheleddu da 40 metri. Spinge ancora l’Anziolavinio e al 42’ Amassoka viene atterrato in area da Pinna. Per il direttore di gara non ci sono dubbi e decreta il calcio di rigore. Dal dischetto va Amassoka che spiazza Onesti e porta il risultato sul 3 – 0. Prima del riposo, al 47’, c’è ancora un‘occasione per gli anziati con Fanelli che a tu per tu con Onesti prova il cucchiaio ma il pallone termina a lato. Nella ripresa la prima azione pericolosa arriva all’8’ ed è Cappai di testa, sul corner battuto da Angheleddu, a impensierire gli anziati ma la sua conclusione termina a lato. Al primo affondo l’Anziolavinio trova il quarto gol. Fanelli lancia sulla sinistra Colantoni, che arriva sul fondo e mette dietro dove lo stesso Fanelli con un destro di precisione batte Onesti. Al 15’ Rizzaro si fa trovare pronto sul colpo di testa di Cappai e con l’aiuto della traversa respinge il pericolo. Sul capovolgimento di fronte, al 16’, gli anziati segnano il quinto gol. Contropiede di Colantoni che supera il portiere avversario e da posizione defilata mette dentro a porta vuota. Con il parziale nettamente favorevole ai padroni di casa sono gli ospiti a cercare il gol della bandiera. Al 20’ ci prova Melis ma il suo diagonale di sinistro termina a lato, poi al 30’ Rizzaro para in due tempi la conclusione di destro di Figos. Al 33’ ancora anziati pericolosi con il potente destro in area di rigore di Amassoka ribattuto con il corpo da Pinna. Le ultime azione degne di nota sono entrambe dei sardi con Figos che prima al 34’ e poi al 48’ impegna Rizzaro che blocca le due conclusioni.

I tabellini
 
Anziolavinio: Rizzaro, Manetta, Colantoni, Grillo, Pannozzo, Trippa, Girometta (39’st Succi), Guida (32’st Lupi), Fanelli (13’st Martelli), Amassoka, Cardoni. A disp. Pinti, Dell’Aguzzo, Agate, Tornesi. All. Pernarella.

Arzachena: Onesti, Russo (1’st Pitta), Musumeci, Bonacquisti, Pinna, Rossi, Palmisano (1’st Figos), Steri, Cappai, Angheleddu, Melis (20’st Spano). A disp. Diofredi, Loi, D’Acqui, Manzo, Spano. All. Perra.

Arbitro: sig. Serani di Monza (Lizzio e Sangiorgio).
Reti: 24’pt Cardoni, 31’pt Pannozzo, 43’pt Amassoka (rig), 11’st Fanelli, 16’st Colantoni.
Note: ammoniti Manetta, Cappai, Pinna, Figos, Steri. Calci d’angolo 8 a 4 per l’Arzachena.

Più informazioni su