Seguici su

Cerca nel sito

“Bilancio, abbiamo rispettato il Patto di Stabilità per il quinto anno”

Raimondi: “Non sono aumentate le tasse e abbiamo mantenuto i servizi”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Tra gli obiettivi che ci siamo prefissati c’era quello del risanamento delle casse comunali. Dopo cinque anni posso dire che siamo un’Amministrazione virtuosa che ha saputo affrontare le tante difficoltà con coraggio e saggezza”.
Il Sindaco di Gaeta, Antonio Raimondi, interviene sul bilancio comunale il cui consuntivo sarà approvato dalla Giunta comunale in questi giorni.
“Il rispetto del patto di stabilità per il quinto anno consecutivo è la dimostrazione concreta che l’ente non è sull’orlo del fallimento, come afferma da anni l’opposizione sapendi di mentire, anzi siamo riusciti a non aumentare le tasse, a mantenere inalterato il livello dei servizi e a risanare il bilnacio comunale che abbiamo trovato in maniera disastrata. Bisogna continuare su questa strada che è in netta controtendenza con lo scenario nazionale fatto di tagli al settore del sociale e della cultura – dichiara il Sindaco Raimondi – Quando sento parlare il consigliere Ranucci ed altri esponenti del PdL non so se abbiano studiato economia alla Bocconi o ad Harvard. Però, certamente molti hanno dimostrato di essere bravi a commerciare e a fare economia per le loro tasche con una nota struttura di formazione professionale che ha illuso tante persone con corsi di formazione senza alcuno sbocco lavorativo”.

“In questi giorni, verrà approvato in Giunta il consuntivo 2010 che dà dei risultati molto lusinghieri tra i quali l’aver terminato l’anno senza anticipazioni di cassa. Porteremo presto all’attenzione del Consiglio Comunale anche questo documento finanziario che verrà approvato dalla maggioranza che mi sostiene e che in questi anni ha avuto la maturità politica di fare scelte importanti come riconoscere i debiti fuori bilancio delle Amministrazioni precedenti che stiamo faticosamente restituendo – aggiunge il Sindaco – Per quanto riguarda il consuntivo 2011, lo approveremo in Giunta e sarà discusso nella prossima consiliatura come accadde a noi nel 2007 quando approvammo il consuntivo 2006”.

“Infine, non approveremo il previsionale perché voglio lasciare alla prossima amministrazione la possibilità di gestire le proprie scelte non quelle fatte da altri – conclude Raimondi – Anche questo tema, quello della finanza pubblica, spero sia al più presto oggetto di uno dei confronti con il candidato sindaco Mitrano perché la finanza pubblia è un tema che coinvolge da vicino i cittadini di Gaeta. Aspetto di sapere come vuole impostare l’Imu e come vuole far quadrare i conti del Comune mantenedo inalterati i servizi, visto come si è comportato il PdL sulla questione dell’Ici sulle aree edificabili. Resto in attesa di una sua risposta sul quando fare questi dibattiti pubblici per far giudicare la nostra visione dlla città agli elettori”.

Più informazioni su