Seguici su

Cerca nel sito

Porto turistico, prorogata di dodici mesi la Convenzione

Il gruppo consiliare del Pd al Sindaco. "Perché la maggioranza non ha vigilato sul rispetto della delibera?"
+ Leggi il testo originale della "Determina"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il direttore del dipartimento istituzionale e territorio della regione Lazio, Luca Fegatelli, ha concesso con tanto di determina (nella foto) questa mattina, una proroga di 12 mesi per i lavori di realizzazione della strada di cantiere e di accesso al porto turistico di Fiumicino.  
“Una cosa finalmente è stata chiarita – spiegano dal gruppo consiliare del Partito Democratico – se lo sviluppo urbanistico del Comune di Fiumicino, i cosiddetti B4A, e il porto turistico sono fermi al palo la colpa è della Regione Lazio. Lo ha sottolineato la Ip, concessionaria demaniale dell’area sulla quale sorgerà il nuovo porto turistico, che ha puntato il dito sulla Polverini per i ritardi dell’iter di variazione del progetto ‘strada di cantiere e collegamento’ con il porto turistico, che dovrebbe tra l’altro eliminare il rischio esondazione sull’Isola Sacra e risolvere il problema Passo della Sentinella, presentata dal Comune di Fiumicino a fine 2010. Lo ha ribadito il sindaco Canapini oggi in un articolo apparso sul Messaggero a firma di Umberto Serenelli, in cui senza troppi giri di parole se la prende con la Regione Lazio. E lo ha comunicato la stessa Regione Lazio nella determina di proroga dei lavori, sottolineando come la modifica del tracciato sia ‘ancora in corso’ e l’impossibilità della Ip di eseguire il ‘nuovo tracciato delle opere viarie, connesse alla realizzazione del Porto Turistico, nei tempi previsti’ a causa di questi ritardi”.

“In tempi di crisi, licenziamenti facili e dismissioni il porto turistico è l’unica via d’uscita per rilanciare l’economia locale. Imprese e ditte locali sono alla finestra, in attesa che riprendano i lavori. Ma questi non possono andare avanti con ulteriori sconti: le prescrizioni stilate nel 2009 devono essere rispettate. La strada di cantiere deve essere realizzata immediatamente”.

Ecco cosa chiede il Pd chiede al sindaco di riferire immediatamente in Aula:

– Se i lavori di realizzazione del porto turistico riprenderanno senza la realizzazione della strada di cantiere e se l’accordo di programma che prevedeva che il 70 per cento del materiale per la realizzazione del porto turistico dovesse provenire non da terra ma via mare sia ancora valido.
– Perché il sindaco, che vanta ottimi rapporti con la presidente della Regione Lazio Polverini, in 17 mesi non abbia mai provveduto a sollevare la questione agli enti competenti e sveltire l’iter per l’approvazione del nuovo tracciato della strada di cantiere.
– Cosa abbia fatto la commissione controllo di cui è presidente il Comune di Fiumicino e perché il sindaco e la maggioranza non abbiano vigilato sul rispetto della convenzione come da delibera.

Più informazioni su