Seguici su

Cerca nel sito

Alicandi: “Coerenza, chi è senza peccato scagli la prima pietra”

Polemico intervento del capogruppo Idv contro il consigliere Vettori

Più informazioni su

Il Faro on line – Riceviamo e pubblichiamo. “È quantomai bizzarro che il consigliere Vettori abbia dato inizio ad una polemica sui cambi di casacca o di schieramento politico, quando proprio il primo che fece da apripista in tempi non sospetti, fu proprio l’allora candidato alla primarie di coalizione di centrosinistra, ovvero l’architetto Valerio Vettori. Coerenza politica o quantomeno correttezza personale avrebbero voluto che avendo infatti egli perso le primarie, tornata elettorale democratica seppur all’interno di una parte politica, il consigliere Vettori si fosse messo al servizio della coalizione. E invece, con triplo salto mortale carpiato, decise di candidarsi ugualmente a sindaco con una lista indipendente e quindi contro il centrosinistra ovvero la parte politica che aveva tentato di guidare. Quindi consiglierei all’ineffabile Vettori di ripassare sul dizionario, o visto che siamo all’interno di una società ipertecnologica di consultare su wikipedia la voce coerenza, prima di chiedere lo scioglimento del consiglio comunale senza uno straccio di logica o fondato motivo, in spregio alla volontà dei cittadini che chiaramente hanno collocato l’amministrazione Chiavetta alla guida della nostra città, che purtroppo in passato ha davvero subito l’onta dolorosa dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, avvenimento che gettò Nettuno nel vergognoso lungo oblio del commissariamento. Infine poi il consigliere Vettori dimentica che la nostra Costituzione, unica carta veramente fondante del nostro Paese, garantisce la piena autonomia degli eletti e non obbliga nessuno ad un vincolo di mandato che seppure sarebbe da auspicarsi non può essere obbligato a nessuno. Anche perchè in questi anni, dove tutto è in continuo divenire, e dove non ci sono più le ideologie, la politica non deve e  non può permettersi di rimanere immobile ed ingessata ma deve anzi cercare di fare solamente quello che è il meglio per il territorio che sta amministrando senza restare prigionieri dello schieramento politico di appartenenza”.
Firmato: Roberto Alicandri, Capogruppo Italia dei Valori

Più informazioni su