Seguici su

Cerca nel sito

Una nuova sede per “Ali & Radici”

La struttura offre assistenza ai disabili  e consulenze di carattere psicologico, pedagogico, logopedico, sociale e nutrizionale

Più informazioni su

Il Faro on line – L’associazione “Ali & Radici Onlus” ha inaugurato ufficialmente la sua nuova sede operativa, in  via delle Ebridi ad Ostia. La struttura offre assistenza ai disabili, formazione specialistica agli operatori della sanità e consulenze di carattere psicologico, pedagogico, logopedico, sociale e nutrizionale. Al taglio del nastro erano presenti il presidente della commissione Servizi Sociali della Regione Lazio Maurizio Perazzolo, il capitano della Guardia di Finanza del II gruppo di Ostia Maurizio Camicia, il direttore sanitario di “Ali & Radici Onlus” prof. Giuseppe A. Amabile e il direttore sanitario de “Le Ali del Cuore” dr. Nazzareno Stella. Ma tanti sono stati anche i comuni cittadini che si sono avvicinati per informarsi e prendere confidenza con questa nuova realtà.

Perazzolo ha garantito il suo impegno per sostenere le attività dell’associazione e si è simpaticamente proposto anche come istruttore di ginnastica per gli assistiti. Il capitano Camicia ha sottolineato l’importanza di una struttura sociale di questo genere in un quadrante della città considerato notoriamente ‘a rischio’ da parte delle forze dell’ordine. Il professor Amabile ha evidenziato come realtà associative simili, che fanno prevenzione e formazione ‘dal basso’, vadano in qualche modo a sopperire alle mancanze degli enti istituzionali. Infine, il dottor Nazzareno Stella ha annunciato che la terza edizione de “Le ali del Cuore”, la manifestazione rivolta alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, avrà due appuntamenti: ad Ostia e all’Eur. E quest’anno si occuperà anche dei rischi cardiaci nei soggetti con disabilità. “Siamo solo all’inizio di un percorso che già ci è costato molto impegno – ha dichiarato la direttrice generale di ‘Ali & Radici’ dott.ssa Miryan Caparrotta – oggi realizziamo un grande progetto grazie al sostegno della Fondazione madre ‘Alas y Raices’ e della famiglia Vaccari. L’associazione si apre al quartiere e si mette a disposizione dei cittadini in veste di ‘consulente’. Ci aspetta un gran lavoro, ma siamo qui proprio per questo.”

Più informazioni su