Seguici su

Cerca nel sito

Pendolari e consumatori sotto la lente della Regione

Il Faro on line - Continuano le audizioni  alla Pisana. Oggi si è riunita la Commissione Mobilità, presieduta da Chiara Colosimo (Pdl) sui disagi causati dall'emergenza neve, avvenuti nella prima decade di febbraio scorso. Ascoltati l'Osservatorio regionale sui trasporti e i pendolari. Dalla relazione presentata alla Commissione, dai rappresentanti dell'Osservatorio, è emersa la drammaticità vissuta dai pendolari nei giorni dell'emergenza neve "rimasti intrappolati sui treni bloccati nella tormenta, e solo in parte soccorsi dall'esercito, con gravissime ripercussioni per l'utenza".  Per la commissione Tutela dei consumatori del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Stefano Galetto è stato espresso il primo sì alla proposta di legge dell'assessore Teodoro Buontempo che ha l'obiettivo di fare chiarezza su requisiti e modalità per l'iscrizione al Cruc - Comitato regionale degli utenti e dei consumatori - da parte delle associazioni e che, con una norma transitoria, interviene anche sui finanziamenti pubblici, prorogando i termini di scadenza di due bandi. Per la Commissione ambiente, presieduta da Roberto Carlino  è iniziato l'iter per il testo unificato di due proposte di legge, a firma di Francesco Pasquali (Fli) e Claudio Bucci (Idv), intitolato "Norme in materia di educazione all'ambiente, alle politiche energetiche, alla mobilità e allo sviluppo sostenibile". Infine, nell’audizione della Commissione Cultura presieduta da Veronica Cappellaro (Pdl), è stato espresso parere favorevole alla proposta di legge che mira a promuovere e sostenere la diffusione della musica popolare e amatoriale bandistica, corale e folkorica.

Nel dettaglio

Nell’audizione della Commissione Mobilità si è sottolineato anche l'informazione all'utenza, nonostante la capillare comunicazione avvenuta tramite i media di quanto predisposto dal piano neve, ha presentato importanti lacune. L'Osservatorio, nel ringraziare la Commissione per l'importante attività di consultazione, ha chiesto un atteggiamento teso al superamento delle criticità sollevate, ponendo in agenda la necessità di adottare azioni concrete. Per Annamaria Tedeschi (Idv): "L'assessore regionale alla Mobilità, deve attivarsi per chiedere all'azienda penali sul disservizio". Sulla manutenzione, Tedeschi ha evidenziato l'inesistenza di manutenzione programmata ma solo accidentale, concludendo che "tutti dobbiamo essere sensibili all'azione di difesa dei pendolari, in assenza della quale mi muoverò autonomamente". Anche Tonino D'Annibale (Pd) è stato duro sull'atteggiamento adottato da Trenitalia "che ha detto cose che non ha fatto, chiedo per questo l'immediata applicazione delle penali così come da contratto per il disservizio creato nella Regione. Trenitalia - ha concluso D'Annibale - è già deficitaria in tempi normali, non dobbiamo lasciare soli i cittadini di fronte a 'giganti' evasivi anche nei confronti delle istituzioni".

Per quanto riguarda l’incontro di oggi in Commissione Tutela dei consumatori, è stato lo stesso Teodoro Buontempo a illustrare le finalità e gli obiettivi per l'iscrizione al Cruc . "Si tratta - ha spiegato l'assessore - di una correzione necessaria alla legge n. 44 del 1992 che, con riferimento alla composizione del Comitato regionale degli utenti e dei consumatori, poneva alle associazioni un requisito che dopo vent'anni andava adeguato. Potevano, infatti, essere iscritte al Cruc, e quindi esprimere un rappresentante, solo quelle associazioni costituite da almeno un anno dall'entrata in vigore della legge del 1992. E' evidente che quella norma ha avuto grosse difficoltà di attuazione perché in questo ventennio molte associazioni sono sparite e altre nuove si sono costituite". Se il Consiglio dovesse confermare la modifica approvata oggi, il nuovo requisito richiesto alle associazioni per l'iscrizione al Cruc sarà quello di avere almeno un anno di vita, fermo restando l'altro requisito della costituzione senza fini di lucro. La modifica è molto importante perché secondo la legge n. 44 del 1992 possono accedere ai finanziamenti pubblici solo le associazioni rappresentate nel Cruc.

Sul testo unificato delle proposte di legge sull’educazione ambientale, grande entusiasmo è stato espresso dal  presidente della Commissione, Roberto Carlino: “La proposta mira a promuovere, in conformità ai principi sanciti a livello internazionale ed europeo, la diffusione della conoscenza delle politiche energetiche nonché l'educazione all'ambiente, allo sviluppo e alla mobilità sostenibile, istituendo anche una funzione di coordinamento con programmi ed iniziative informative ed educative già esistenti. Ho stabilito, con l’accordo degli altri componenti della Commissione, una settimana di tempo per la presentazione degli emendamenti, in modo da migliorare il testo ed ottimizzarlo anche e soprattutto sul piano dell’eventuale stanziamento economico”. Grande soddisfazione è stata espressa anche dalla presidente della commissione Cultura, Veronica Cappellaro (Pdl), alla proposta di legge che mira a promuovere e sostenere la diffusione della musica popolare e amatoriale bandistica, corale e folkorica: "Sono molto soddisfatta per l'approvazione di questo testo di legge soprattutto perché è frutto di un lavoro condiviso tra forze di maggioranza e opposizione. Tutto ciò ci ha consentito di riformare la normativa esistente al fine di creare nuove opportunità per le centinaia di associazioni che operano quotidianamente sul territorio regionale". Sono previsti contributi per attività didattiche e formative, acquisto di strumenti tecnici e musicali, promozione e realizzazione di eventi musicali, avviamento all'attività musicale nelle scuole. Il programma annuale delle iniziative da finanziare - che definisce anche beneficiari, ammontare dei contributi e criteri di concessione - viene adottato con delibera di Giunta, su proposta dell'assessore alla Cultura e sentite le commissioni competenti, entro il 30 settembre dell'anno precedente a quello di riferimento.

Marco Staffiero

 

Più informazioni su

Più informazioni su