Seguici su

Cerca nel sito

Porto turistico, la parola passa al Consiglio dei Ministri

Paliotta: "Un risultato storico per la nostra città e siamo fiduciosi che possa essere un passo decisivo per arrivare alla realizzazione dell'opera"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Approdo turistico, la parola passa al Consiglio dei Ministri. E’ stato questo l’esito della Conferenza Unificata Stato-Regione che si è svolta martedì 28 febbraio a Roma. Alla riunione hanno preso parte oltre al sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta e al delegato al porto Roberto Battillocchi, rappresentanti della Regione Lazio, dell’Agenzia delle Dogane, della Provincia di Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Agenzia del Demanio. Durante la Conferenza Unificata Stato Regione sono state ribadite le posizioni di ogni Ente rispetto alla possibilità di realizzare un porto turistico in zona Torre Flavia. Il Comune di Ladispoli, da parte sua, ha ribadito la validità del progetto presentato dalla società Torre Flavia e approvato dalla Conferenza dei Servizi”.

Lo rende noto il comune di Ladispoli che spiega come questo progetto rispetti pienamente i vincoli sia archeologici che ambientali esistenti nell’area. “Inoltre – ha sottolineato il delegato al porto, Roberto Battillocchi – sono previsti 800 posti barca più darsena a secco, hotel, attività commerciali, con un investimento privato di 105 milioni di euro e 50 anni di concessione. Durante la riunione ogni Ente ha espresso la sua posizione in merito alla costruzione del porticciolo turistico. Posizioni che nella Conferenza dei Servizi, visto il parere negativo del Ministero per i Beni e per le Attività Culturali e della Regione Lazio, aveva portato il Comune ad inviare tutta la documentazione alla Conferenza Unificata Stato Regione. Ma, come già ribadito, lo studio per l’approdo turistico approvato dalla Conferenza dei Servizi tiene ampiamente conto sia dei vincoli che delle zone di rispetto previste dalla Legge. Ci auguriamo ora che il Consiglio dei Ministri valuti pienamente la relazione e che finalmente venga dato il via libera per la realizzazione di questa opera importantissima per lo sviluppo economico e turistico di Ladispoli”.
 
“Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco Crescenzo Paliotta – perché, per la prima volta, dopo molti anni di discussione la realizzazione di questa opera è approdata finalmente ad una sede importante come la Conferenza Unificata Stato Regione del Consiglio dei Ministri. Un risultato storico per la nostra città e siamo fiduciosi che possa essere un passo decisivo per arrivare alla realizzazione dell’opera. Tutto questo dimostra la serietà e la concretezza del lavoro svolto dall’Amministrazione comunale e dal delegato Battillocchi. I progetti per la realizzazione del porticciolo turistico presentanti dalle società ed esaminati dalla Conferenza dei Servizi erano cinque e prevedevano un porto scavato a terra, uno progettato come porto isola e, cioè, staccato dalla linea di costa e tre sulla linea della costa”.

Più informazioni su