Seguici su

Cerca nel sito

Boxe: presentata la “Battle at the seaside” a Fregene

Il 10 per cento dell’incasso alle popolazioni colpite dal terremoto 

Più informazioni su

Il Faro on line – La notizia: parte dell’incasso, il dieci per cento, devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto in Alt’Italia. E l’annuncio dello sfidante di Domenico Spada, nel match clou per il titolo vacante mondiale silver dei pesi medi WBC: il fortissimo polacco Mariusz Cendrowski.

Queste le novità annunciate in mattinata nella conferenza di presentazione dell’evento sportivo dell’anno: la “Battle at the seaside” (battaglia sulla spiaggia) manifestazione organizzata dalla OPI 2000 in collaborazione con il presidente della Sacra Domus Roberto Chierici e con la Lega Pro Boxe, con il patrocinio del Comune di Fiumicino, del sindaco Mario Canapini, della Provincia di Roma e della Regione Lazio, che sabato prossimo allo stabilimento Oasi sul lungomare di Fregene metterà in palio tre cinture di peso: il titolo mondiale silver dei pesi medi WBC, il titolo internazionale dei pesi superwelter WBC, il campionato internazionale silver dei pesi medi WBC.

Sei pugili fortissimi, un debutto, tre imbattuti sul ring, tremila biglietti in vendita (acquistabili su www.greenticket.it). Gli ingredienti ci sono tutti. 

GLI INCONTRI Avversario ostico per Domenico Spada nel clou della riunione “Battle at the seaside” (battaglia sulla spiaggia), sabato 16 giugno, presso lo stabilimento balneare Oasi di Fregene: il polacco Mariusz Cendrowski, che ha un record di 22 vittorie (8 per knock out), 3 sconfitte e 2 pareggi. Si tratta di un pugile abituato a combattere ad alto livello. Il 13 marzo 2011, a Tbilisi (Georgia), ha sfidato Avtandil Khurtsidze per il mondiale dei pesi medi dell’International Boxing Organization perdendo ai punti. Proprio Khurtsidze era il campione silver WBC, ma ha rifiutato di venire in Italia per affrontare Spada. Il World Boxing Council ha destituito il georgiano e il manager della OPI 2000 Christian Cherchi ha dovuto trovare in fretta un cosfidante per il vacante titolo silver. Cendrowski ha combattuto quasi sempre in Polonia, ma non ha avuto paura di mettersi alla prova all’estero sostenendo 3 match negli Stati Uniti, 3 in Germania, 1 in Georgia e 1 in Italia proprio contro “Vulcano”. Il 1° luglio 2008, a Campione d’Italia, Domenico Spada difese vittoriosamente ai punti il titolo internazionale dei pesi medi WBC in un incontro combattuto.

Sommando la voglia di rivincita del polacco alla sua determinazione a diventare campione mondiale silver, è sicuro che darà il 100% sul ring di Fregene. Il romano è altrettanto determinato, combatte di fronte ai suoi fans (si attendono tremila persone, tante quante ne può contenere lo stabilimento balneare Oasi), i presupposti per un grande spettacolo ci sono tutti. Del resto, Spada non ha deluso nemmeno quando ha perso contro Sebastian Zbik, uno dei migliori pesi medi in circolazione. Il record di Spada è composto da 38 incontri: 34 vinti (18 per ko) e 4 persi. E’ numero 8 nella classifica WBC.

Nel sottoclou, Emanuele Della Rosa difenderà per la terza volta il titolo internazionale dei pesi superwelter WBC contro l’imbattuto inglese Nasser Al Harbi (13 vittorie e 1 pari). Il 32enne pugile romano ha un record di 28 vittorie (8 prima del limite) e 1 sconfitta (contro Sebastian Zbik, nel 2009, in Germania). “Ruspa” è professionista dal marzo 2005, ha iniziato come peso welter diventando campione internazionale IBF e del Mediterraneo WBC. Della Rosa è classificato numero 11 dal WBC.

Di grande interesse pure la sfida fra gli imbattuti Emanuele Blandamura e Luca Tassi. In qualunque altra riunione, questo match sarebbe il clou. Un combattimento fra due pugili italiani di valore è proprio quello che spinge gli appassionati di boxe a comprare il biglietto ed i giornalisti a scrivere. A Fregene sarà in palio il campionato internazionale silver dei pesi medi WBC. “Sioux” Blandamura ha un record di 16 vittorie consecutive (3 per knock out) ed è reduce dalla conquista del titolo del Mediterraneo WBC contro l’allora imbattuto Manuel Ernesti. Il livornese Tassi ha ottenuto 15 vittorie consecutive (7 prima del limite) ed ha vinto il titolo italiano e l’internazionale IBF dei supermedi.

Infine, il mediomassimo Alessandro Sinacore farà il suo debutto professionistico.

LE DICHIARAZIONI DEI PUGILI “Fiumicino è casa mia. C’ho vissuto fino a 18 anni e qui vive ancora la mia famiglia. Sono felicissimo e non vedo l’ora di mettermi in gioco – ha dichiarato Emanuele Della Rosa -. Combatto contro un pugile molto forte, per questo incontro mi sono allenato il triplo rispetto ad altre volte”. 

“Sarà un incontro importantissimo per me – ha detto Domenico Spada -. Il pugile contro il quale combatterà ha un’ottima fama. Voglio conquistare un titolo che in Italia non si vede da anni”. “Sono contento di disputare questo match importante contro un grande pugile – ha sottolineato Emanuele Blandamura -. Voglio vincere per dimostrare di essere pronto per traguardi ancora più importanti”.

L’ORGANIZZAZIONE Alla presentazione era presente L’OPI2000, il presidente dell’associazione Sacra Domus, Roperto Chierici che ha ringraziato “Salvatore Chierchi, il sindaco di Fiumicino, Canapini, il presidente del consiglio Gonnelli, il vicepresidente Raffaello Biselli che ci sono stati vicini” spiegando come “sia una gioia per me organizzare insieme all’Opi 2000 un evento di questo genere”, il campionissimo Gianluca Branco, il chairman del WBC International Mauro Betti, il trainer di Spada, Della Rosa e Blandamura: Eugenio Agnuzzi. 

Più informazioni su