Seguici su

Cerca nel sito

Al via le iscrizioni al nuovo centro sociale in Q4/Q5

Il Comune di Latina, malgrado la crisi economica e nell’ottica di una equa distribuzione delle risorse nei confronti delle diverse realtà del territorio

Più informazioni su

Il Faro on line – L’Assessore ai Servizi sociali del Comune di Latina comunica che dal giorno 11 giugno 2012 verrà aperto il Centro socio-culturale Q4 c/o il Centro Lestrella negli spazi precedentemente occupati dalla 2° circoscrizione. In via sperimentale l’apertura si realizzerà nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio dalle ore 16,30 alle ore 19,30, giorni ed orari in cui sarà possibile effettuare le iscrizioni.

Il funzionamento del Centro, regolamentato da apposite normative e disposizioni, costituisce un punto di riferimento  per gli  abitanti della zona e di propulsione per le attività socio-culturali e ricreative che i suddetti potranno realizzare, anche con il sostegno di apposito finanziamento del Comune.

Il Comune di Latina, malgrado la crisi economica e nell’ottica di una equa distribuzione delle risorse nei confronti delle diverse realtà del territorio, ha dunque portato a termine tale progetto che rappresenta il decimo centro sociale del capoluogo, che si aggiunge così a quelli già esistenti: via Ezio, via Veneto, Latina Scalo, Borgo Bainsizza, Borgo Faiti, Borgo Grappa, Borgo San Michele, Borgo Isonzo e Borgo Podgora.

«Con questa apertura del centro che abbiamo fortemente voluto – afferma l’assessore ai servizi sociali del Comune di Latina, Patrizia Fanti – l’amministrazione comunale ha inteso soddisfare una richiesta da tempo avanzata dai residenti del quartiere Nuova Latina, in linea con il programma politico del sindaco Giovanni Di Giorgi. È con grande soddisfazione, quindi, che finalmente possiamo annunciare l’istituzione di questa nuova struttura che risponde alle esigenze di una delle zone più popolose del capoluogo pontino. Ricordo anche che c’è stata unanimità di intenti sia in commissione consiliare che in giunta nel dare seguito e concretezza al progetto. Siamo certi che questo nuovo centro anziani saprà essere un punto di riferimento per il quartiere, facendosi promotore di attività che possano interessare la collettività e abbiano un interesse pubblico, oltre che finalità sociali, culturali, ambientali e legate al mondo del volontariato”.

Più informazioni su