Seguici su

Cerca nel sito

Stefanelli: “Mercoledì sarò al mio posto, in Consiglio Comunale”

"Facendo un passo indietro tradirei la fiducia e le aspettative di chi mi ha votato"

Più informazioni su

Il Faro on line – “In questi giorni ho ricevuto tanti attestati di stima e soprattutto tante richieste di non farmi da parte, di continuare “in prima linea”, di portare nell’assise comunale le mie, le nostre idee. Me lo hanno chiesto amici e concittadini, compagni di schieramento (compreso chi trarrebbe un vantaggio personale dalle mie dimissioni) e anche qualche avversario, per strada e sul web”. Lo afferma  in una nota Gerardo Stefanelli. “Tutto questo affetto, queste richieste dei miei concittadini mi impongono un ripensamento sulla scelta di dimettermi dal ruolo di Consigliere. Facendo un passo indietro tradirei la fiducia e le aspettative che siamo stati in grado di creare nella recente campagna elettorale. Perciò mercoledì sarò al mio posto, in Consiglio Comunale”. 

“Sarò lì – prosgue – per rappresentare oltre 5400 elettori che hanno scelto me, una coalizione di 6 simboli (dei quali solo 2 hanno un proprio consigliere) – che ha creduto nelle mie possibilità – e chi ha lavorato con me in questi mesi nella costruzione del nostro progetto di cambiamento. E questo è un progetto tuttora al centro della nostra agenda politica, così come dell’agenda politica di Minturno.  Auspico che l’amministrazione Graziano possa cogliere quel desiderio di trasparenza, coinvolgimento, sviluppo e crescita sociale della comunità che gli elettori di Minturno hanno mostrato in questi mesi di campagna elettorale. Si tratta di un patrimonio da non disperdere, ma piuttosto da valorizzare per rendere finalmente i cittadini il vero promotore dell’azione amministrativa. Al Sindaco Paolo Graziano e alla sua Giunta rinnovo il mio sentito augurio per l’attività amministrativa, in una congiuntura economica così difficile a livello locale e globale.
Da parte mia- afferma ancora Stefanelli – , come più volte già detto, sono al servizio della comunità come cittadino, consigliere e assessore provinciale.

La nostra sarà una opposizione responsabile e costruttiva. Saremo fermi e decisi quando sarà a nostro avviso necessario, ma la cifra generale della nostra presenza sarà indirizzata sul “fare” e daremo il nostro contributo sempre. Da questo punto di vista mi sono già attivato per un primo significativo passo: il recupero dello stanziamento provinciale (240.000 euro) dedicato al progetto pilota per la raccolta differenziata nelle frazioni di Santa Maria Infante e Pulcherini. Il finanziamento era stato “congelato” presso la Provincia a causa del commissariamento del Comune ed ho ottenuto che sia sbloccato e messo a disposizione del Sindaco Paolo Graziano. 

Allo stesso modo – conclude – opererò, come sempre fatto, affinché anche a livello sovra-comunale le istanze del nostro territorio siano ascoltate e recepite. Il mio impegno sui progetti ambientali (tra cui spiccano l’avveniristico progetto scientifico Samobis e le diverse iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sui temi ambientali) e nei “tavoli” tecnici (come quello inter-regionale sulla Centrale del Garigliano) sono e saranno lì a testimoniare se e quanto avrò fatto di buono per la mia città e i miei concittadini. Durante tutta la campagna elettorale abbiamo ribattuto sul concetto di cambiamento e miglioramento. Ora, anche se solo da co-protagonisti, il nostro compito è mostrare che Minturno può cambiare, e Minturno cambierà”.

Più informazioni su