Seguici su

Cerca nel sito

Viterbo, dal 6 al 15 giugno il Tuscia in Jazz Festival

Il Faro on line - Ormai realtà consolidata nel territorio dell’intera provincia, da quest’anno Tuscia in Jazz Festival arriva anche a Viterbo. Dal 6 al 15 giugno il palazzo dei Papi, palazzo Gentili, Villa Lante e il centro storico di Bagnaia, saranno le location di questa nuova edizione del “Tuscia in Jazz”. Questa mattina nella sala conferenze di Palazzo Gentili si è tenuta la presentazione dell’iniziativa, alla presenza dell’assessore alla Cultura della Provincia di Viterbo, dell’assessore alla Cultura del Comune di Viterbo, Enrico Maria Contardo, e del direttore artistico del Festival, Italo Leali. Tredici concerti di big internazionali del jazz, dodici dei quali ad ingresso libero. Unico spettacolo a pagamento (euro 10,00 prevendite www.ciaotickets.com) sarà quello di Enrico Pierannunzi, il 9 giugno: il grande pianista italiano si esibirà infatti in piazza San Lorenzo, all’ombra del palazzo papale, in un concerto in piano solo. Ad aprire il festival però sarà un trio tutto made in Usa. Francisco Mela batterista di Quincy Jones, MCoy Tyner e Joe Lovano si esibirà con il suo Cuban Safari Trio il 6 giugno alle ore 21,30 a Palazzo Gentili nell’ambito della rassegna “incontri Gentili”, realizzata e organizzata dalla Provincia di Viterbo.

Ad accompagnarlo due big come Mike Moreno alla Chitarra e Noam Wiesenberg al contrabbasso. L’evento aprirà ufficialmente la rassegna, e poi dal 7 al 10 giugno il festival sarà ospite della manifestazione con altri quattro eventi (inizio alle ore 19), una serie di grandi concerti con artisti del calibro di Massimo Davola, Gegè Munari, Giorgio Rosciglione, Leonardo Corradi, Domenico Sanna e Aldo Bassi. In quell’occasione verranno inoltre presentati i dischi prodotti dal festival. Dalle 22 ore in poi il festival jazz si trasferisce al palazzo dei Papi per i concerti di grandi big. Il 7 giugno si esibirà Rosario Giuliani, vincitore del Top Jazz e Jazzit Award 2010, con il suo Hammond Trio. L’8 giugno sarà il turno del grande Roberto Gatto con il suo trio elettronico. Il 9 giugno salirà sul palco Enrico Pierannunzi con il suo Piano Solo ed il 10 giugno chiuderà i concerti di Piazza San Lorenzo il sassofonista Pietro Tonolo con il suo trio. Da segnalare anche i concerti che si terranno in alcuni locali viterbesi dal 7 al 10 giugno e che vedranno come protagonisti le migliori realtà giovanili del jazz italiano come Daniele Raimondi, Sebastian Marino, Clarissa Vichi, Enrico Mianulli, Dario Panza e Leonardo Corradi. Dal 12 giugno il festival si sposterà a Villa Lante con il concerto all’interno del parco di Francisco Mela con il suo trio. Il 13 giugno sempre a Villa Lante si esibirà invece Maurizio Giammarco con il suo Tricycles Trio, con Dario Deidda al basso e John Arnold alla batteria.

Dal 14 giugno il festival si sposterà nel centro storico del borgo di Bagnaia con il concerto dei Fresh Fish ed il 15 giugno sempre al centro storico, chiuderanno questa prima parte del Tuscia in Jazz la big band americana USF Jazz Circus. Dopo questo concerto il festival si prenderà una pausa fino al 9 luglio: lo staff è, infatti, impegnato nella realizzazione della 44° edizione del Festival Internazionale del Jazz della Spezia. Tuscia in Jazz riprenderà con i concerti a Ronciglione, Caprarola, Soriano nel Cimino, Viterbo, Bagnoregio e Sutri, culminando con l’evento speciale del 30 luglio che vedrà l’esibizione della grande Hiromi Uehara all’anfiteatro Romano di Ferento. “Tuscia in Jazz si sta caratterizzando sempre di più come un grande contenitore di eventi per tutte le stagioni – afferma l’assessore Fraticelli -. Il successo di questo evento è determinato in primo luogo dalla qualità del prodotto offerto e dalla presenza di artisti di altissimo livello. In più ha acquisito un’impronta territoriale molto forte, come dimostra la varietà di comuni della Tuscia interessati dai concerti. Questo del resto è il modello di cultura che abbiamo sempre auspicato, un modello fondato su un’offerta di qualità spalmata per tutto l’anno su tutta la provincia, soprattutto in quei comuni che presentano luoghi suggestivi capaci di caratterizzarsi come cornici ideali per ospitare i concerti”.

 “Abbiamo voluto inserire una parte degli appuntamenti all’interno della rassegna culturale ‘incontri Gentili’ – continua Fraticelli -, offrendo come location il cortile di Palazzo Gentili e quindi un nuovo importante spazio culturale nel cuore del centro storico. Altra location di prestigio è sicuramente Villa Lante e qui dobbiamo ringraziare il consigliere provinciale Marco Torromacco che si è adoperato in prima persona per far sì che l’importante sito storico naturalistico potesse aprire le porte alla buona musica. Gli artisti che animeranno queste serate sono tutti di altissimo profilo, ma senza ombra di dubbio l’evento clou di cui tutti andiamo fieri è quello del 30 luglio che vedrà, nella splendida cornice del teatro romano di Ferento l’esibizione di  Hiromi Uehara. Un ringraziamento doveroso – conclude - al direttore artistico Italo Leali e a tutto lo staff organizzativo per i progressi e lo sviluppo che il Tuscia in Jazz ha raggiunto, classificandosi come evento di carattere internazionale”.  Appuntamento dunque con il grande jazz a partire dal 6 giugno a Viterbo. Info 393-9511130, il programma su www.tusciainjazz.it

 

 

Più informazioni su

Più informazioni su