Seguici su

Cerca nel sito

Ok alla riclassificazione delle aree demaniali

Il Faro on line - La XV Commissione consiliare permanente - Sviluppo economico, ricerca e innovazione, turismo - , presieduta da Giancarlo Miele (Pdl), ha approvato, a maggioranza, la proposta di legge regionale 321/2012 d'iniziativa della Giunta, concernente alcune modifiche alla classificazione delle aree demaniali in base alla loro valenza turistica. Il provvedimento, che dovrà approdare nell'Aula consiliare per la definitiva approvazione, interviene sull'organizzazione del sistema turistico laziale (LR 13 del 2007), adeguandola alla normativa nazionale ed europea. Dall'attuale classificazione delle aree demaniali viene eliminata la categoria C, "a minore valenza turistica", e mantenute le altre due categorie, la A, "ad alta valenza turistica", e la B, "a normale valenza turistica". "La modifica si rende necessaria in una prospettiva di piena attuazione delle norme sul federalismo demaniale", ha spiegato l'assessore al Turismo e al marketing del Made in Lazio, Stefano Zappalà.

"La titolarità del demanio dovrà passare alle Regioni - ha proseguito Zappalà -, assieme alle relative pertinenze. Il Lazio dovrà riclassificare la valenza turistica della costa ai fini dei canoni di concessione e in vista dell'adozione del Pua (piano di utilizzo degli arenili, ndr) regionale. Dopo una prima fase in cui tutta la costa sarà classificata B ('a normale valenza turistica'), la Giunta provvederà ad individuare le aree A, 'ad alta valenza turistica'". Ciò dovrà avvenire con delibera di Giunta, "sentita la Commissione consiliare competente", grazie a un emendamento proposto dal consigliere Pietro Sbardella (Udc), accolto con particolare favore dall'assessore Zappalà. L'emendamento ha ottenuto anche l'apprezzamento del consigliere Francesco Dalia (Pd), "per il lavoro migliorativo che potrà svolgere la commissione nella definizione della nuova classificazione degli arenili". Soddisfazione è stata espressa dal presidente Miele il quale, a conclusione dei lavori ha dichiarato: "L'aggiornamento della normativa regionale sul turismo prosegue speditamente. In particolare, il provvedimento approvato oggi è propedeutico all'adozione del Pua regionale. Si tratta di un ulteriore tassello - ha concluso Miele - per la valorizzazione delle nostre coste e del mare del Lazio: una risorsa su cui la Regione intende investire molto".

Più informazioni su

Più informazioni su