Seguici su

Cerca nel sito

“Pian dell’Olmo, una follia pensare di poter fare discariche con l’esercito”

Legambiente: "Restiamo perplessi in merito alle affermazioni del Prefetto riguardo la scelta del sito"

Più informazioni su

Il Faro on line – Legambiente esprime grande preoccupazione per le affermazioni del Prefetto e commissario ai rifiuti, Sottile, il quale non ha escluso l’intervento delle forze armate per rispondere alle proteste degli abitanti di Pian dell’Olmo contro la discarica. 

“L’idea di fare la discarica di Roma con l’esercito è pura follia -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Se si è arrivati a questa situazione di malcontento tra i cittadini non è altro che per la malagestione dei rifiuti di questi anni, per il mancato impulso serio al porta a porta e alla differenziata, per le continue proroghe di Malagrotta, per le molteplici parentopoli che gettano nella sfiducia profonda i cittadini.” 

Non convincono Legambiente nemmeno le affermazioni del Prefetto riguardo la scelta del sito: si tratterebbe di “una scelta definitiva”, in virtù della quale “gli espropri stanno per cominciare”. Eppure, aggiunge lo stesso Sottile, “laddove gli accertamenti dovessero dimostrare che il sito non è idoneo, vedremo”. 

“Un ragionamento curioso, quello secondo il quale prima si fanno scelte “definitive” e poi si si fanno gli accertamenti – conclude Avenali -. Visti i precedenti –a Corcolle cittadini e associazioni avevano ragioni da vendere– c’è da aspettarsi di tutto. Su tutto ciò pende, poi, la spada di damocle del Ministro Clini che, per ora in modo ironico, ha minacciato di dare a qualcun altro i soldi per la differenziata a Roma. Ha ragione, il suo piano per Roma è passato nel dimenticatoio del Comune di Roma, ma i cittadini non possono proprio permettersi di perdere quelle risorse per passare finalmente al porta a porta.” 

Più informazioni su