Seguici su

Cerca nel sito

“Dopo la Fiumicino Servizi arriva l’Ati… ma il servizio rifiuti non cambia”

Le critiche del presidente degli operatori balneari aderenti alla Balnearia Litorale Romano

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il nome cambia, la qualità del servizio no. E’ quanto sta accadendo nel Comune di Fiumicino dopo che la Fiumicino Servizi ha chiuso i battenti per passare il testimone all’Ati per quanto concerne il servizio di raccolta dei rifiuti cittadini. Ma i cittadini, appunto, non ci stanno. Perché nulla è cambiato rispetto alla precedente gestione. Anzi, se vogliamo, il servizio è addirittura peggiorato”.
E’ quanto dichiara il Presidente degli operatori balneari aderenti alla Balnearia Litorale Romano – Federturismo Confindustria.

“Lo scorso 28 maggio, abbiamo sollevato la questione all’Assessore comunale Percoco, al Sindaco Canapini e all’ATI stessa, lamentando il fatto che, una volta ritirati dalle strade della città e sul lungomare i cassonetti malmessi, gli stessi non sono stati ancora sostituiti con nuovi contenitori. Il risultato era ben visibile sotto gli occhi di tutti perché i pochi cassonetti rimasti sono stati invasi, quando non sormontati, da chili e chili di immondizia, tali da mostrare a tutti i passanti, residenti e non, uno spettacolo degradante e maleodorante. Insomma, non proprio la vetrina cui località come Fregene o Maccarese potrebbero aspirare.

“La cosa stupefacente – continua Mancini- è che da allora non solo abbiamo ricevuto un permanente silenzio, ma i cassonetti nuovi ancora non sono arrivati. Risultato: la marea di pattume si sta ampliando a dismisura con tutti gli effetti del caso. E chi decide, per senso di responsabilità, di non buttare in queste piccole discariche cittadine la propria immondizia, se la tiene a casa. Anche qui con tutte le conseguenze immaginabili e comunque con la bolletta da pagare per il servizio non reso”.

“Ci chiediamo veramente dove si vuole arrivare in questo modo, quale turismo pensiamo mai di intercettare e quale città vivibile crediamo di offrire ai residenti. Da parte nostra – conclude Mancini – un totale sconcerto, visto che non solo non riusciamo a fare la raccolta differenziata dei rifiuti (realtà ormai più che consolidata in località costiere rispetto alle quali Fregene e Maccarese non hanno nulla da invidiare) ma non siamo neanche in grado di garantire il servizio di raccolta indifferenziato”.

Più informazioni su